Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Vampiri: Dracula E I Suoi Parenti, Dal Succhia Sangue Al Vegetariano


3 maggio 2012 ore 14:56   di KungFuGirl  
Categoria Altro  -  Letto da 885 persone  -  Visualizzazioni: 1552

Sul finire del 1800 uno scrittore irlandese scoprì la storia di un principe feroce e sanguinario: fu così che nacque quello che divenne il più famoso libro sui vampiri, il celebre "Dracula" scritto da Bram Stoker. Ma questo autore non fu certo il primo a trattare l’argomento: i vampiri da sempre popolano gli incubi delle persone ai quattro angoli del mondo e Dracula, ispirato alla figura del principe Vlad III di Valacchia, è soltanto il più famoso, non certo l’unico.

Sempre in Gran Bretagna, ad esempio, agli inizi del 1800 uno scrittore di origine italiana, John William Polidori, fu il primo a scrivere di questa creatura leggendaria nel suo racconto intitolato "Il Vampiro" e, inizialmente, pubblicato erroneamente come opera di Lord Byron, di cui Polidori era medico personale ed amico.


Lord Ruthven, il vampiro protagonista di questo racconto, è un aristocratico ben inserito nell’alta società ed ammantato dal nero fascino della perversione, ma ha poco o nulla a che spartire con la creatura sanguinaria delle tradizioni popolari. Tuttavia la sua nera ombra pare aver pesato in modo macabro sulla vita di Polidori, vita che si concluse a soli 25 anni in circostanze misteriose, forse per suicidio.

La morte aleggia anche attorno alla nera figura del Blutsauger, il vampiro tedesco il cui nome significa letteralmente "succhiasangue": questo essere mostruoso è un non-morto, completamente privo di scheletro e col corpo ricoperto di pelo, come un lupo, di cui può anche prendere la forma. Un temibilissimo mix tra il vampiro come tutti siamo soliti immaginarlo ed un licantropo, che si nutre del sangue delle sue vittime e che propaga il proprio morbo facendo loro ingoiare un po’ della terra della propria sepoltura.

Vampiri: Dracula E I Suoi Parenti, Dal Succhia Sangue Al Vegetariano

Molto meno sanguinario è il sudamericano Jaracacas, vampiro che si nutre del latte delle donne che hanno appena partorito. Questo astuto predatore assume la forma di un serpente, si insinua tra madre e figlio e si attacca al seno della donna per succhiare il latte, tenendo al contempo tranquillo il bambino lasciando che succhi la sua coda, dalla quale però non esce alcun nutrimento per il piccolo. Per il Jaracacas il sangue è un alimento del tutto secondario, al quale fa ricorso solo se non ha modo di procurarsi del latte materno umano.

Ancor meno attratto dal sangue, almeno secondo quanto riportato nel libro "Prima di Dracula" scritto da Tommaso Braccini, è il vampiro della Grecia Vrykolakas che, pare, non solo non succhia il sangue ma non ama nemmeno la carne: stando ai testi giunti sino a noi e raccolti nel saggio di Braccini, sembra che si nutra di verdura, frutta, pane e un buon bicchiere di vino. In pratica, un non morto vegetariano, amante della buona e sana dieta mediterranea.

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Vampiri: Dracula E I Suoi Parenti, Dal Succhia Sangue Al Vegetariano
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Altro
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione