Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

27 Gennaio: Il Giorno Della Memoria Per Ricordare Le Vittime Della Shoah


1 febbraio 2017 ore 13:47   di ellebi31-05  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 238 persone  -  Visualizzazioni: 251

La storia, a scuola, fa conoscere eventi che non abbiamo vissuto: alcuni positivi e che avremmo voluto vivere ed altri estremamente negativi che fortunatamente non abbiamo vissuto, ma dei quali è importante conoscere le vicende per capire meglio il presente e, in questo caso, per intuire quello di cui gli uomini sono capaci.

L'Olocausto è il genocidio da parte della Germania nazista che è costato la vita a 15 milioni di persone in pochi anni, di cui 5-6 milioni di ebrei e di altri milioni di persone considerate degne di morire atrocemente per vari motivi. Olocausto deriva dal greco e significa "sacrificio"; Shoah, altro termine con il quale viene ricordato questo scempio, deriva dall'ebraico e significa "catastrofe" "distruzione".
Milioni di persone di qualsiasi età vivevano segregate, malnutrite, maltrattare ed infine uccise con una lenta sofferenza nelle camere a gas.


Ricordo quando ancora non esisteva questa giornata mondiale della commemorazione delle vittime di una follia cieca e assurda, infatti questo giorno è stato istituito in seguito all'Assemblea generale delle Nazioni Unite avvenuta il 1°novembre 2005: è stato scelto il 27 Gennaio perché proprio in quel giorno del 1945 le truppe dell'Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz.
Penso che il ricordare tutte quelle persone innocenti che hanno vissuto in modo disumano e sono state uccise in un modo altrettanto disumano sia il minimo che si possa fare per non dimenticarli mai e per ricordare al mondo di cosa può essere capace una persona contro un'altra, con la speranza che si possa comprendere quanto sia più bella la bontà.

Tra i tanti ebrei dei campi di concentramento, una delle più famose è Anna Frank (1929-1945) che visse reclusa in un nascondiglio segreto poi scoperto dai nazisti, la quale ci ha consegnato il proprio diario nel quale ha scritto della propria quotidianità da reclusa, dei suoi sogni (come quello di diventare una scrittrice, sogno ampiamente realizzato), delle cose facenti parti della sua giovane età.

Per il giorno della memoria sono moltissime le iniziative per commemorare questo triste evento storico: letture, proiezioni, mostre che si tengono in ogni parte del mondo.
A Bologna, al museo ebraico, ci sarà la mostra (fino all'8 marzo con ingresso libero) in prima assoluta dei disegni di Kichka, illustratore e caricaturista israeliano, professore di belle arti a Gerusalemme e membro di Cartooning for peace che racconta la Shoah con disegni in bianco e nero.

In tv, molto è il tempo dedicato al ricordo delle vittime anche nei giorni precedenti o successivi al 27 Gennaio: ad esempio, vengono trasmessi film su questo tema come "La vita è bella", "Storia di una ladra di libri" (di cui ho scritto la recensione in un mio articolo) ambientato durante il periodo delle persecuzioni naziste contro gli ebrei o altre pellicole di grande successo.

Come sarebbe bello se si potessero cancellare tutti gli eventi negativi provocati dall'uomo perché è di questo che si tratta: alcune cose, che hanno ripercussioni sulla propria vita o su quella degli altri, sono delle libere scelte, non sono frutto della fatalità e sarebbe bello considerare le conseguenze di queste prima di metterle in atto, ma nel caso della Shoah, purtroppo ed incredibilmente, sono proprio i risultati che quell'azione criminale avrebbe provocato e cioè la morte di milioni di persone innocenti ad aver fatto scegliere ai nazisti di mettere in atto quel folle piano.

Articolo scritto da ellebi31-05 - Vota questo autore su Facebook:
ellebi31-05, autore dell'articolo 27 Gennaio: Il Giorno Della Memoria Per Ricordare Le Vittime Della Shoah
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:
Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione