Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

42giorni Che Ci Hanno Tenuto Col Fiato Sospeso: Le Tappe Della Scomparsa Di Sarah Scazzi


7 ottobre 2010 ore 23:33   di Pongus  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 313 persone  -  Visualizzazioni: 475

È stata una storia durata 42giorni, una storia di sofferenza, di dolore ma anche di speranza fino a che ieri sera la confessione dello zio Michele Masseri, fratello della madre di Sarah, ci ha "consegnato" il triste epilogo.

È vero che le speranze si stavano facendo sempre più deboli, tant’è che nelle ultime interviste alla povera madre, nelle sue parole e nei suoi occhi si intravedeva più disperazione che speranza. Tuttavia in pochi si potevano aspettare una fine così drammatica e sinceramente temo che ci potrebbero ben presto essere altre scoperte terrificanti (mi riferisco alle considerazioni effetuate da alcuni criminologi che sostengono che gli atti di pedofilia e gli abusi non si manifestano nel carattere di una persona solo in tarda età o solo per un attacco di collera). Spero con tutto il cuore che il mio timore non abbia riscontri nella realtà.


Non voglio aggiungere altro sulle vicende di queste ultime 24ore, trattate fin troppo. Semplicemnte volevo ripercorrere i passi di questa triste vicenda che ha tenuto col fiato sospeso l’Italia intera, quasi come nell’altrettanto drammatica storia di Alfredino Rampi, il ragazzino caduto in un pozzo profondo e strettissimo (appena 28cm) che tenne l’Italia intera davanti alla tv nei primi anni ottanta ma non si riuscì a salvarlo.

26agosto: Sarah scompare ad Avetrana e di lei non si hanno più notizie dalle 14.30
31agosto: la polizia inizia a considerare l’ipotesi (sostenuta dalla madre) di un rapimento
2settembre: l’appello del sindaco di Avetrana “Chi sa qualcosa parli”
6settembre: la mamma di Sarah chiede davanti alle telecamere aiuto al presidente Napolitano
29settembre: lo zio di Sarah, Michele Misseri, trova in un campo il cellulare della nipote. Si intensificano i sospetti e le coincidenze
2ottobre: secondo i compagni di classe c’erano dei dissidi tra la ragazzina e la cugina
6ottobre: il drammatico epilogo, al termine di un lungo interrogatorio lo zio confessa di essere l’assassino di Sarah Scazzi.

42giorni Che Ci Hanno Tenuto Col Fiato Sospeso: Le Tappe Della Scomparsa Di Sarah Scazzi

Articolo scritto da Pongus - Vota questo autore su Facebook:
Pongus, autore dell'articolo 42giorni Che Ci Hanno Tenuto Col Fiato Sospeso: Le Tappe Della Scomparsa Di Sarah Scazzi
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione