Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

L' Ambigua Protagonista Del Thriller Mediatico: La Cugina Di Sarah


13 ottobre 2010 ore 16:13   di Numeretta  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 671 persone  -  Visualizzazioni: 1142

Ecco perché può esserci dell’altro marcio in casa Misseri. Le contraddizioni di una potenziale complice.
Ormai il caso della piccola Sarah sembra quasi una questione per addetti ai lavori - perché ormai il padre Michele ha confessato, perché il povero corpo è stato recuperato, perché i funerali sono stati già celebrati - ma non lo è.

Misseri era diventato il patetico protagonista delle interviste televisive e ora che è in carcere qualcun'altro ha preso il suo posto: sua figlia Sabrina non disdegna inviti in tv e non nega la parola ai giornalisti. Il delitto non è archiviato, è Sabrina stessa che lo ha riaperto, che tiene i telespettatori con il fiato sospeso, tradisce sé stessa, gioca con gli episodi e induce gli inquirenti a dubitare di lei. E innesca una di quelle questioni che spacca il paese: Sabrina era all’oscuro di tutto come ha giurato oppure sapeva qualcosa?


Il riferimento è a un' intercettazione ambientale nella quale Sabrina Misseri, cugina di Sarah e sua inseparabile amica, avrebbe detto alla propria madre: «se l'e' portata lui! ». Una frase che potrebbe non indicare che Sabrina conoscesse come erano andate le cose, ma solo che potesse aver intuito qualcosa. Da un’altra intercettazione anche Valentina, la sorella di Sabrina, dice alla madre Cosima: «Non è che c’ha preso Sabrina e che il film che si è fatta che è stato papà è vero?».
Fatto sta che dalle tre verità emerse dalla confessione di Michele Misseri e dalle testimonianze di sua figlia Sabrina e dell’amica Mariangela emergono altre contraddizioni inquietanti:

1. Sabrina manda a Sarah un messaggio via sms alle 14.10: «Confermato, andiamo al mare». Ma la conferma dell’amica Mariangela, la sola delle tre con auto e patente per poter raggiungere il mare, arriva alle 14.20. Perché Sabrina, a prescindere se fossero andate al mare oppure no, vuole che Sarah si diriga a casa sua?
2. Sarah aveva appuntamento con la cugina alle 14 e 30 ma, anziché cercarla a casa sua, si è recata nell’adiacente garage dello zio Michele che, come lui stesso ha confermato, aveva mosso delle avances non gradite già nelle settimane precedenti l’omicidio. Chi ha trascinato Sarah dentro la cantina? Chi l'ha convinta a scendere quegli ultimi gradini che conducevano all’Inferno?
3. Sabrina avrebbe dovuto aspettare la cuginetta in casa, come al solito, e infatti sostiene che era sulla veranda ad aspettarla, e non ha visto passare Sarah. L’amica Mariangela, invece, afferma che vide alle 14 e 35 Sabrina già sulla strada, quindi fin quasi davanti alla cantina, «e molto agitata» per soli 5 minuti di ritardo. Insieme chiamarono più volte sul cellulare della vittima, che ad un certo punto smise di squillare: l’orologio in quel momento faceva le 14.42. Sarah, secondo le ricostruzioni dell’ assassino, era appena morta, e il cellulare era caduto a terra, staccando così la batteria. Come abbia Misseri potuto determinarsi a un'azione così cruenta e in soli 12 minuti a pochi metri dall'uscio completamente spalancato di un garage nel pieno centro abitato del paese in un silenzioso pomeriggio agostano con moglie, figlia e amica della figlia nelle immediate vicinanze?
4. La casa di Sarah era distante 500 metri dalla villetta della famiglia Misseri, solo 300 passi. Come mai Sabrina chiese a Mariangela di accompagnarla per un’affannosa ricerca in automobile per le strade del paese? Sarah poteva anche essere tornata indietro, avendo dimenticato a casa qualcosa di utile da portare alla spiaggia, e Sabrina non ha mai chiamato a casa della cugina per ottenerne conferma. Come mai dirigersi così lontano? Forse voleva allontanare Mariangela dalla casa degli orrori, voleva proteggere le sue mura domestiche e il suo amato papà?
5. Dopo aver appreso lo smarrimento della figlia qualche minuto dopo le 15, Concetta, la madre di Sarah si rivolge a Sabrina e le fa: «Di’ ai tuoi genitori che ci avvertano subito se Sarah arriva, noi continuiamo a cercarla». E Sabrina che risponde sicura: «Ma i miei non sono in casa!». E dove sono? E come fa lei ad esserne così sicura? Cosima, la madre di Sabrina, era rimasta in casa, mentre dai tabulati telefonici emerge che Misseri dopo le 15 si trovava sulla Avetrana-Nardò, al confine con San Pancrazio, nelle campagne dove per sua stessa ammissione violentò e occultò il cadavere della nipotina.

Tuttavia Sabrina, pur riconoscendo il Misseri come l’autore dell’atroce omicidio, davanti alle telecamere di Matrix scagiona il genitore - «Mio padre è un uomo perfetto,esattamente come l'uomo che vorrei sposare» - con cui vuole peraltro parlare disperatamente, forse per sincerarsi che quel segreto tra "complici" resisterà al tempo?

Articolo scritto da Numeretta - Vota questo autore su Facebook:
Numeretta, autore dell'articolo L' Ambigua Protagonista Del Thriller Mediatico: La Cugina Di Sarah
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione