Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Andalù, Portatelo Via


28 aprile 2011 ore 21:15   di erpidi  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 382 persone  -  Visualizzazioni: 623

Andalù, portalo via! Tantissimi anni fa vidi un film con Gassman (mi pare) in cui c’era un diavoletto di nome Andalù, che veniva invitato a portare via personaggi fastidiosi con la frase: “Andalù! Portalo via!”. Voglio usare questa frase per indicare quei personaggi della vita politica italiana che ormai vedo come vere e proprie macchiette, ma di disturbo ad un giusto esercizio della libertà e della democrazia. Almeno per il mio modo di vedere. Non mi reputo un berlusconiano acceso, ma un simpatizzante attivo. In Inghilterra (patria di origine di una parte della mia famiglia) sarei un acceso Conservatore. Tanti anni fa ero un Liberale. Non sono un convinto europeista in quanto vedo l’Unione Europea come un territorio di caccia riservato a Francia e Germania con la Gran Bretagna come loro guardiacaccia. UE in cui la nostra è un’Italietta, poco considerata e bistrattata. Chi non reggo sono i fautori delle Sinistre ed altri demagoghi. Sono nato politicamente come anti-comunista, mai estremista però.

Il primo che farei portare via dal Diavoletto è quell’ineffabile personaggio di Di Pietro. Grottesco ex-tutto. Ex Poliziotto, ex Magistrato, ex Ministro, purtroppo non ex Deputato (ancora, ma non perdiamo le speranze eh?). Che in un eventuale governo-ombra della Sinistra io metterei agli Esteri. Per via della strana lingua che parla, spesso incomprensibile, come lo è il linguaggio della diplomazia. Francamente sono stufo di sentirlo parlare, inveire (capisco che inveisce perché lo vedo parlare animatamente) contro non si sa chi. Mi fa una rabbia da matti anche perché per me rappresenta la parte discutibile della Magistratura Italiana, responsabile di un mero Colpo di Stato con il ciclone Mani Pulite. Peccato per la stragrande altra parte dei Magistrati Italiani fedeli, bravi e onesti Dipendenti dello Stato. M’ha stufato. ANDALÙ PORTALO VIA!!!!!
Il secondo è “Pulitino” Bersani. Con la sua aria lucidata, innocente, il suo eloquio tanto carino (peccato che abbia un po’ di accento emiliano, che io adoro), la sua assoluta incapacità a proporre un’alternativa a Berlusconi (per fortuna!!). e le sue bugie. Infatti il Sor Bersani nostro gagliardo e tosto ha veramente una faccia di bronzo, date un po’ un’occhiata a questo link, che ci racconta qualcosa di simpatico ed interessante.


http://racconta.espresso.repubblica.it/espresso-wikileaks-database-italia/dettaglio.php?id=41. È un cablo dell’Ambasciata USA a Roma che racconta della firma di Bersani (nel Novembre 2007, ripeto 2007, Ministro dello Sviluppo dell’Economia di Prodi) su un documento con gli USA riguardo alla politica del Governo di allora sul Nucleare (il cablo si intitola <<OGGETTO: IL SEGRETARIO BODMAN E IL MINISTRO ITALIANO FIRMANO ACCORDI SU RICERCA E SVILUPPO NEL SETTORE ENERGETICO E SULLA PARTNERSHIP GLOBALE SULL’ENERGIA NUCLEARE>>. Ne copio a caso alcune frasi: << 2. (U) Il Ministro Bersani ha aperto l’incontro dando il benvenuto al Segretario Bodman e dichiarandosi pronto a firmare l’accordo bilaterale e Dichiarazione di Principi sulla GNEP. Bersani ha osservato che l’accordo copre “le tecnologie energetiche più significative” e produrrà risultati concreti. Ha detto che c’è bisogno di trovare nuove soluzioni alle sfide energetiche che si trovano di fronte la UE e gli Stati Uniti e che il carbone pulito e l’energia nucleare…>> ) . A naso mi pare faccia un po’ a cazzotti con quello cheil Bersanetto ed il suo Partito dicono oggi. Chissà perché a me anticomunista poi il nome Partito Democratico ricorda tanto Repubblica Democratica Tedesca (che tanto democratica non era) oppure Repubblica Democratica di Corea (manco loro tanto Democratici). Mamma mia come sono camaleontici i nostri Politici, che memoria corta hanno, e che faccia di corno tengono!! ANDALÙ! PORTATELO VIA VA’!!

Chioso queste sfottenti annotazioni ricordando, in tema di democrazia e libertà, con un episodio a cui ho assistito in Thailandia, da cui tutti dovremmo imparare ad amare ciò che abbiamo senza oltraggiarlo come fanno molti (troppi) dei nostri Politici. Conobbi in un frangente della mia vita triste, ma molto educativo, un gruppo di 30 persone, uomini donne e bambini, del Nord Corea che erano scappati a piedi dal loro Paese. Facendosi a piedi dal Nord Est della Cina tutto il Paese fino al Myanmar per arrivare alla frontiera Thai di Chiangrai dove avevano chiesto asilo politico. Aiutati dall’Ambasciata Sud Coreana erano stati accettati e stavano espletando tutte le pratiche per andare nel Sud Corea. Avevano fatto a piedi, in autobus oltre 7.000 KM per arrivare in Thailandia, fra peripezie degne di un film. Il giorno che li trasferirono a Bangkok in autobus per essere registrati all’Immigration di Bangkok riuscirono per la prima volta in vita loro ad entrare in un supermercato occidentale (chè avevano percorso tutta la parte rurale della Cina). Ci vollero 3 ore per farli uscire. Si erano comprati tutto quel che potevano!!!

Fra loro c’era un ragazzino di 8 anni che tutti si coccolavano. I genitori avevano venduto tutto quel che potevano ed avevano per raccogliere i 10.000 $ che gli servivano per espatriare e lo avevano mandato via da solo con gli zii verso la libertà. Lui con le lacrime agli occhi raccontava in un inglese stentato che non avrebbe mai più rivisto i suoi genitori e che doveva avere successo in Sud Corea perché fossero orgogliosi di lui. Si era imparato nel viaggio il Mandarino e l’Inglese. Non poteva nemmeno telefonare a casa sua per non mettere i genitori in pericolo di deportazione o peggio. E allora tutti a coccolarlo. Comunque questi splendidi personaggi, modesti, simpatici, allegri e genuini, appena arrivarono all’Immigration fra stranieri da deportare, tutti con storie tristi o frustranti, a due passi dalla tanto agognata libertà si misero a ballare per un’ora (erano le sei del mattino) e a cantare tutti insieme, uomini, donne e bambini, per la contentezza, roba da lacrime agli occhi!. Un esempio da tenere a mente per ricordare quello che la gente fa per raggiungere la libertà (che noi diamo per scontata, ma non lo è) e sfuggire alla tirannide. Tre giorni dopo l’arrivo all’Immigration di Bangkok erano su un aereo per Seoul, ed erano tutti estatici, uno di loro che incontrai all’aeroporto mi disse che gli sembrava di sognare e non voleva svegliarsi!!. Imparate, Gente, imparate!!!!(continua)

Articolo scritto da erpidi - Vota questo autore su Facebook:
erpidi, autore dell'articolo Andalù, Portatelo Via
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • Tiziano
    #1 Tiziano

Andalu' era l'inserviente africano di Angelo Lombardi nella tv degli anni 50, una trasmissione sugli animali. Venivano portati in scena ed alla fine della descrizione riaccompagnati dietro le quinte propria da Andalu'. "Andalu', portalo via"

Inserito 15 maggio 2011 ore 05:51
 

è vero!!! giustissimo! ho sbagliato io! comunque l'espressione, alla luce della Sua correzione, rende ancor di più il mio concetto! Gli animali caratteristici che, esaurito il loro scopo, devono essere riportati nelle loro gabbie. Bello mi piace ancor di più! Grazie di cuore per la critica fattiva!

Inserito 15 maggio 2011 ore 08:52
 
  • Tiziano
    #3 Tiziano

... grazie, lusingato. Vivo in Thailandia ed ho letto qualche parte dei tuoi post sulle carceri. Mi permetto di darti un suggerimento. Nello scrivere cerca di abbandonare le locuzioni del "parlato" ovvero: ricorda sempre che stai scrivendo. Qui per esempio scrivi: ""Si era imparato nel viaggio il Mandarino e l?Inglese."" Non e' propriamente corretto: molto meglio: Aveva imparato.... durante il viaggio... I tre punti stanno per "il mandarino e l'inglese" che puoi inserire a fine o meta' frase.

Inserito 18 maggio 2011 ore 13:52
 

Ti ringrazio nuovamente della critica costruttiva. il "si era imparato..." l'ho volutamente costruito. Perchè il ragazzino aveva imparato le lingua praticamente da solo ascoltando e confrontandosi. Avevo considerato di scrivere la fra se +/- così: " Da autodidatta aveva....", ma ho preferito privilegiare il "si" una modesta forma onomatopeica. Scelta forse errata, ma preso come sono solitamente dall'ispirazione a volte tralascio di rifletterci sopra. Aggiungici che sono un pigro, per cui o mando via al volo o se lo devo rileggere lo accantono e vado su un altro progetto. Pazzo come sempre

Inserito 18 maggio 2011 ore 14:01
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione