Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Animali? No, Peggio: Animalisti


3 gennaio 2016 ore 10:41   di systhemes  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 309 persone  -  Visualizzazioni: 465

Questo Paese, la tanto amata quanto vituperata Italia, non si e non ci fa mancare nulla. Lo dimostra il polverone che l'associazione di animalisti Aidaa ha sollevato contro Vittorio Sgarbi, accusandolo di "offendere le capre". Si ritiene qui di non dover nemmeno spiegare come mai, giacché probabilmente non esiste una sola forma di vita nel Creato che non abbia sentito almeno una volta il critico d'arte dare della "capra" a qualcuno, cosa che egli fa peraltro quasi sempre a ragion veduta e con motivazioni ottime quando non nobili.

Orbene, i citati animalisti sono insorti contro colui che userebbe impropriamente il nome "capra" come epiteto mentre dovrebbe piuttosto andare qualche giorno con i pastori per "imparare quanto sono intelligenti quegli animali". La risposta: "Condivido pienamente le loro posizioni. Infatti, avendo evitato di legare il sostantivo capra a qualunque aggettivo, l'ho sempre inteso come un complimento, considerando di molto inferiori alcuni uomini. Suggerisco all'Aidaa di fare un esposto anche contro Gesù Cristo che, identificandosi nel 'buon pastore', ha riconosciuto negli uomini le sue pecore".


Ora, va detto che anche un pannello fotovoltaico comprenderebbe la stupidità di questa uscita da mezzo centesimo bucato: è chiaro che l'ironia ed il sarcasmo di Sgarbi tendono a "retrocedere" non già l'animale in questione quanto piuttosto l'essere umano di volta in volta così apostrofato, dunque per il simpatico ed utilissimo ovino trattasi di promozione ad un livello superiore e non di offesa. D'altronde, come ha ben precisato in modo divertente e spassionato il legale del critico, con un tale metro bisognerebbe portare in tribunale Matteo Renzi per la storia dei "gufi" oppure, aggiungo, qualcuno al Vaticano potrebbe essere ritenuto responsabile di vilipendio al corvo.

Scherzi a parte, passando ad essere SERI, giova sottolineare come di certo una capra, così come qualsiasi altro animale del creato... essere umano a parte, non sarebbe in grado di progettare un microchip né di costruire una palazzina o di risolvere equazioni e rebus, sicché il caso di specie autorizzerebbe a pensare che l'associazione Aidaa sia composta da un manipolo di irreversibili cretini ma sappiamo bene che non è così. Piuttosto, probabilmente s'indovinerebbe ad ipotizzare una furbata puerile quanto efficace per salire alla ribalta delle cronache. Anche un cercopiteco sa bene che attaccare Sgarbi vuol dire prendersi tante prime pagine. Domanda: offendo il cercopiteco?

La morale pare essere una sola: nel nostro Bel Paese c'è troppa gente che si annoia così tanto, nella propria piccola e "routinosa" (mi sia consentita questa orribile "licenza"...) vita, da inventarsi qualsiasi cosa per perdere tempo in proprio e per conto terzi.

Animalisti cari, occupatevi ancora di più dei maltrattamenti veri, di ciò che accade ovunque ai danni dei vostri "protetti", e lasciate in pace l'animale umano che non sempre è così sprovveduto da lasciarvi fare bella figura.

Articolo scritto da systhemes - Vota questo autore su Facebook:
systhemes, autore dell'articolo Animali? No, Peggio: Animalisti
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione