Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Anniversario Della Strage Di Capaci: Ricordo Di Giovanni Falcone


23 maggio 2010 ore 09:49   di gandalf  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 3163 persone  -  Visualizzazioni: 5397

Ricorre oggi il diciottesimo anniversario della strage di Capaci nella quale persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro. Rimasero miracolosamente illesi invece l'autista del magistrato Giuseppe Costanza e gli agenti Paolo Capuzzo, Gaspare Cervello e Angelo Corbo.

Una deflagrazione di enormi proporzioni fece letteralmente saltare in aria una porzione dell'autostrada Palermo - Trapani all'altezza dello svincolo di Capaci e con essa le macchine che viaggiavano in direzione Palermo. La mafia per compiere l'attentato aveva imbottito di esplosivo un cunicolo sotto il manto stradale e per non sbagliare furono utilizzati ben 500 chili di tritolo. L'esecutore materiale, cioè colui che premette il pulsante del telecomando, fù Giovanni Brusca affiliato dei Corleonesi il cui capo era il feroce Totò Riina.


l'attentato di Capaci è stato uno dei più efferati che la mafia siciliana ha messo in atto insieme alla strage di via D'Amelio, qualche mese dopo, in cui cadde il giudice Borsellino amico e collaboratore di Falcone. Lo sdegno del popolo siciliano e di tutto il resto del paese fece sì che lo stato intensificasse la lotta alla mafia sino a giungere ad operazioni di successo che portarono dapprima alla cattura di Riina e successivamente di Bernardo Provenzano.

Anniversario Della Strage Di Capaci: Ricordo Di Giovanni Falcone

Da quel giorno si commemora l'anniversario di quel triste evento nella speranza che fatti del genere non debbano accadere mai più. Ogni anno in memoria di colui che è stato giustamente definito "uno dei padri della lotta alla mafia" sono molteplici le iniziative, volte soprattutto a sensibilizzare le generazioni più giovani nei confronti del problema mafia, che sebbene abbia subito duri colpi è ancora vivo e presente.

Anniversario Della Strage Di Capaci: Ricordo Di Giovanni Falcone

Ma chi era Giovanni Falcone? Un uomo che ha dedicato l'intera sua esistenza, sino ad immolarsi, per sconfiggere una logica perversa figlia del silenzio e dell'omertà. Un uomo che insieme a pochi altri collaboratori è stato lasciato solo dalle istituzioni che in qualche misura sono co-responsabili di quanto accaduto. "Si muore generalmente perché si è soli o perché si è entrati in un gioco troppo grande" (cose di cosa nostra, 1991 rizzoli) è una frase contenuta nel libro scritto dal magistrato siciliano, una frase che dipinge esattamente la logica nella quale si è venuto a trovare. Qualcuno sapeva ciò che non avrebbe dovuto sapere, qualcuno le cui maglie si estendevano sino alle stanze del potere politico è stato capace di seguire i movimenti del giudice per decretarne la fine.

Anniversario Della Strage Di Capaci: Ricordo Di Giovanni Falcone

Falcone insieme a Paolo Borsellino è stato uno dei creatori di quel pool antimafia che riusci ad organizzare lo storico Maxi processo nel carcere dell'Ucciardone di Palermo. Ben 475 imputati per fatti di mafia furono processati a seguito di ventidue mesi di udienze e il 16 dicembre 1987 la Corte di assise di Palermo emise le sentenze. Ma il clamore del maxi processo aveva di sicuro infastidito qualcuno; coloro i quali si servivano proprio del potere mafioso per i propri interessi personali.

Ed a tal proposito il pool antimafia iniziò ad essere messo in discussione; si iniziò dalla sostituzione del capo dell'Ufficio istruzione Antonio Caponnetto con Antonino Meli il quale tentò in ogni modo di distruggere la filosofia del pool decentrando le indagini alle procure competenti ed alimentando tensioni all'interno della struttura fin quando nell'autunno del 1988 lo sciolse definitivamente.

Anniversario Della Strage Di Capaci: Ricordo Di Giovanni Falcone

Giovanni Falcone e tutti gli altri giudici rimasero soli e il magistrato il 20 giugno 1989 scampò ad un attentato nella sua casa all'Addaura, nei pressi di Palermo, attentato sul quale Falcone affermo: "Ci troviamo di fronte a menti raffinatissime che tentano di orientare certe azioni della mafia. Esistono punti di collegamento tra i vertici di Cosa nostra e centri occulti di potere che hanno altri interessi" mettendo in chiaro che aveva ben compreso i rapporti esistenti tra i due poteri, quello politico e quello mafioso.

Falcone venne attaccato più volte da esponenti politici a dimostrazione che diventava un personaggio sempre più scomodo fin quando venne chiamato a Roma per creare una sorta di coordinamento nazionale per la lotta alla criminalità. Il giudice accetto credendo ancora una volta di poter, da quella posizione, servire al meglio gli interessi dello stato ma purtroppo anche nei palazzi romani del potere si trovò sempre più solo.

In un'altro stralcio del libro "cose di cosa nostra" Falcone dice: "Si muore spesso perché non si dispone delle necessarie alleanze, perché si è privi di sostegno. In Sicilia la mafia colpisce i servitori dello Stato che lo Stato non è riuscito a proteggere". Ed ironia della sorte ottenne la nomina a Superprocuratore il 22 maggio 1992, un giorno prima di morire!

"Per non dimenticare" è il motto di tutti coloro che desiderano sconfiggere l'illegalità e per non "dimenticare" bisogna assolutamente "conoscere" ed aver coscienza del passato per conservarne la memoria. In virtù di ciò fra gli innumerevoli siti che trattano dell'argomento segnalo: Biografia di Falcone, Rai - La Storia siamo Noi, Fondazione Falcone.

Cliccando sulla foto il video delle immagini girate pochi minuti dopo la strage del 1992.

Anniversario Della Strage Di Capaci: Ricordo Di Giovanni Falcone

Articolo scritto da gandalf - Vota questo autore su Facebook:
gandalf, autore dell'articolo Anniversario Della Strage Di Capaci: Ricordo Di Giovanni Falcone
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione