Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Aquileia: Ritrovato L'ingresso Della Domus Dei Putti Danzanti E Forse Il Pozzo D'oro


16 agosto 2010 ore 17:49   di marisdaut  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 491 persone  -  Visualizzazioni: 1105

Una importante scoperta archeologica è stata fatto all’inizio di questo mese ad Aquileia, in Friuli fatta dai ricercatori dell’università di Trieste. E’stato trovato l’accesso monumentale alla Domus dei Putti danzanti, presso lo scavo archeologico in via Gemina nella zona che è collocata tra il foro e il porto fluviale. La Domus tardo-antica risale al IV secolo d.C., periodo antecedente all’assedio di Attila alla città, e per la sua grandezza si può presumere appartenesse ad un funzionario imperiale.

L’équipe degli archeologi è guidata dalla dott. Federica Fontana che racconta che “Grazie agli ultimi scavi abbiamo rinvenuto in particolare l’accesso orientale della domus, preceduto da un ampio piazzale lastricato con un pozzo. Si tratta di un ritrovamento eccezionale perché gli accessi alle abitazioni di Aquileia non sono sempre facilmente individuabili”.


E’ stato ritrovato anche un ambiente che doveva essere stato riscaldato con il pavimento e sostenuto da “suspensurae”, cioè particolari mattoncini quadrangolari su cui erano appoggiati i pavimenti e che garantivano un vespaio in cui si immetteva aria calda per riscaldare le stanze.La casa si articolava in una serie di piccoli cortili scoperti con dei peristili, cioè dei camminatoi coperti ornati da colonne a ridosso degli edifici che delimitavano i cortili interni alle case. Uno di questi peristili aveva anche u anale di scolo dell’acqua piovana ed è stata ritrovata anche una testa di donna in marmo.

Aquileia: Ritrovato L'ingresso Della Domus Dei Putti Danzanti E Forse Il Pozzo D'oro

L’importanza dell’abitazione è tale che il ritrovamento del pozzo nel primo piazzale può rinfocolare al leggenda del pozzo d’oro che risale proprio ai tempi dell’assedio da parte di Attila che incendio la città. Si dice infatti che alcuni ricchi abitanti della città riuscirono a fuggire nell’isola d Grado, ma prima avevano fatto scavare un pozzo ai loro schiavi e vi avevano nascosto tuti gli oggetti preziosi che avevano e poi vi annegarono anche gi schiavi per essere certi che il segreto rimanesse ben custodito. Così il pozzo d’oro non fu mai più ritrovato.

La storia raccontata era così verosimile che nella zona di Aquileia, fino all’inizio del ventesimo secolo, nei contratti di vendita dei terreni si inseriva un codicillo che escludeva dalla vendita il pozzo d’oro, casomai fosse ritrovato dopo la vendita del terreno, garantendone così la proprietà al primo proprietario.

Articolo scritto da marisdaut - Vota questo autore su Facebook:
marisdaut, autore dell'articolo Aquileia: Ritrovato L'ingresso Della Domus Dei Putti Danzanti E Forse Il Pozzo D'oro
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione