Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Attacchi Contro I Cristiani In Iraq. Ecco Perchè Occorre Salvarli Dalle Persecuzioni


19 novembre 2010 ore 15:24   di KungFuGirl  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 238 persone  -  Visualizzazioni: 374

L'avvenimento più eclatante è stato l'attacco alla chiesa di Baghdad, in cui hanno perso la vita cinquantacinque persone lo scorso 31 ottobre, ma le violenze contro la minoranza cristiana in Iraq non sono certo finite: soltanto lunedì (15 novembre) due uomini di fede cristiana sono stati uccisi nelle loro case, a Mossoul; secondo quanto ricostruito dagli inquirenti degli uomini avrebbero fatto irruzione nelle loro case e aperto il fuoco, con delle armi automatiche.

Dopo la dichiarazione di Al Qaeda, che ha definito i cristiani "obiettivi legittimi", non si arresta l'ondata di violenza contro la minoranza di religione cristiana presente in Iraq. Ma perchè è necessario difendere questi cristiani? Al di là del rispetto per la vita di ogni essere umano, c'è forse qualche ragione che imponga di tutelare questa minoranza religiosa?


A queste domande risponde Samir Khalil Samir, gesuita nato a Il Cario, teologo cattolico ed islamista, personalità di spicco del dialogo interreligioso ed uno dei massimi conoscitori del Medio Oriente cristiano. "I cristiani sono un ostacolo al raggiungimento del vero obiettivo di Al Qaeda, che professa un islam fondamentalista sunnita - spiega - Se si riuscirà a terrorizzare i cristiani presenti in Iraq e ad allontanarli dalle grandi città, come Baghdad e Mossoul, spingendoli a nord est verso il Kurdistan, Al Qaeda avrà campo libero ed allora si scatenerà lo scontro finale, interno all'islam, che vedrà opporsi sciiti e sunniti". Al Qaeda, sunnita, avrebbe dunque il controllo totale sull'Iraq e potrebbe aprire il conflitto contro gli sciiti del vicino Iran.

"Il problema non riguarda soltanto i cristiani - spiega Samir Khalil Samir - ma anche i musulmani moderati, i quali non vogliono che i cristiani lascino il Paese e, più in generale, il Medio Oriente, perchè anche loro temono l'avanzata del fondamentalismo islamico. Laddove c'è il cristianesimo la società islamica è più aperta, tollerante e cresce culturalmente"; il teologo ed islamista non si ferma qui ed arriva anche ad indicare un prossimo "fronte caldo" al quale prestare particolare attenzione, indicando l'Egitto, dove "il 28 novembre ci sono le elezioni parlamentari e nel 2011 le presidenziali. I cristiani copti, una "minoranza" di circa 9 milioni di fedeli, temono l'avanzata dei fratelli musulmani che vogliono imporre uno Stato islamico".

Attacchi Contro I Cristiani In Iraq. Ecco Perchè Occorre Salvarli Dalle Persecuzioni

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Attacchi Contro I Cristiani In Iraq. Ecco Perchè Occorre Salvarli Dalle Persecuzioni
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione