Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Attualità Di Sherlock Holmes


26 novembre 2014 ore 09:38   di heinz  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 426 persone  -  Visualizzazioni: 585

Di recente, varie case editrici italiane hanno riproposto al pubblico alcune storie scaturite dalla penna di Sir Arthur Conan Doyle, uno scrittore che sembra davvero intramontabile. Le cosiddette "detective stories", in cui il lettore è implicitamente invitato a risolvere il mistero di un delitto dagli indizi forniti prima dell’ epilogo finale, traggono origine dai lavori del romanziere americano Edgar Allan Poe (1809-1849). Ma questo tipo di "fiction" fu reso eccezionalmente famoso da Sir Arthur Conan Doyle, che creò le figure ormai immortali del detective "dilettante" Sherlock Holmes e del suo fedele amico e collaboratore, il Dr. Watson. La maggior parte delle storie di Sherlock Holmes erano abbastanza brevi e, come tali, furono riunite insieme con il titolo "Le avventure di Sherlock Holmes", nel 1892 (1). Una di queste, "The Blue Carbuncle" ["Il carbonchio azzurro"] (2), appare antologizzata anche nelle edizioni più recenti delle storie brevi che vedono protagonista Sherlock Holmes. In effetti, "The Blue Carbuncle" è giustamente famosa, perché mette in particolare risalto le straordinarie doti logico-investigative del più intelligente e longevo detective di tutti i tempi.

Ma, quando nacque Sherlock Holmes? Fino al 1876, allorché l'eminente scienziato italiano Cesare Lombroso (1835-1909) pubblicò "L’uomo delinquente" (3) , la criminologia scientifica ancora non esisteva. Non è dato sapere se Conan Doyle conoscesse l’ opera di Lombroso; tuttavia, è certo che Sir Arthur Conan Doyle aveva letto sia Edgar Allan Poe sia lo scrittore francese Emile Gaboriau (1835-1873). Noi oggi accettiamo il poliziesco come un comune genere letterario, ma quando Conan Doyle creò Sherlock Holmes, gli unici "detective dilettanti" erano soltanto Dupin, creato da Edgar Allan Poe e Monsieur Lecoq, di Gaboriau, i quali due detective, tra l’altro, non possedevano le stesse caratteristiche investigative di Sherlock Holmes. Inoltre, anche se è vero che il libro prìncipe sulla criminologia, scritto da Hans Gross (1847-1915), un giurista austriaco, fu pubblicato nel 1893 (4), alcune delle storie di Sherlock Holmes erano state pubblicate "prima" di quella data, e molte delle tecniche suggerite nel testo di Gross erano già state da tempo esperite da Sherlock Holmes, per cui possiamo affermare con certezza che il personaggio di Sherlock Holmes fu del tutto una creazione originale, scaturita dalla fertile fantasia di Arthur Conan Doyle.


In "The Blue Carbuncle" si narra che un giorno, subito dopo Natale, il dottor Watson, fedele amico e confidente di Sherlock Holmes, lo trova a casa a esaminare attentamente un vecchio cappello. Watson gli chiede naturalmente il motivo di tanta attenzione per un semplice cappello, e Holmes risponde dicendo che un certo Peterson gli aveva portato poco prima il cappello, insieme con un'oca, che, secondo quanto asserito da Peterson, erano stati lasciati in mezzo alla strada da un tale, che era stato assalito da alcuni malfattori. Holmes stava intanto formulando diverse ipotesi sul proprietario del cappello, mentre, riguardo all’oca, intendeva restituirla a Peterson perché se la mangiasse, cosa che fece. Ma in seguito accade qualcosa di strano. Peterson, infatti, tornò quasi subito da Holmes perché dentro l’oca aveva trovato, senza comprenderne il valore, una pietra blu. Holmes, invece, la riconosce immediatamente: si trattava del carbonchio, una pietra azzurra estremamente preziosa, che era stata rubata pochi giorni prima di Natale alla contessa di Morcar. Del furto era stato accusato John Horner, un idraulico che stava lavorando nella stanza della contessa un po’ prima del furto. Contro di lui avevano testimoniato al processo James Ryder, al servizio della contessa, e la cameriera personale della contessa stessa, per cui il povero Horner era stato condannato.

Attualità Di Sherlock Holmes

Holmes non è tuttavia convinto della colpevolezza di Horner, e quindi pone in atto una sua incredibile strategia per scoprire il vero autore del furto. Mette un annuncio sui giornali dicendo di aver trovato un’oca e di essere pronto a restituirla al legittimo proprietario. A ritirare l’oca si presentò un fornaio, di nome Henry, che, guarda caso, era proprio il tipo d’ uomo a cui Holmes aveva pensato quando aveva esaminato il cappello. Holmes però gli dice che l’oca ormai non ce l’aveva più, perché l’aveva regalata, e che ormai doveva essere stata mangiata. Henry accetta la spiegazione senza fare obiezioni. La calma con cui Henry aveva accolto la notizia aveva convinto Holmes che costui non sapeva nulla del carbonchio azzurro. Tuttavia, Holmes gli chiede anche dove avesse comprato l'oca e che strada bisognava fare per arrivare a quel negozio. Quindi Holmes esce frettolosamente di casa e si mette a passeggiare su e giù per la strada indicata da Henry, quando … incontra James Ryder, l’uomo al servizio della contessa, che dice ad Holmes di essere alla ricerca di un’oca che gli era sfuggita di mano. A questo punto tutti i tasselli del mosaico coincidono perfettamente: Holmes accusa Ryder di aver rubato gioiello della contessa, e poi di averlo fatto ingoiare all’oca. Holmes aveva finalmente scovato il vero responsabile del furto.

Note

1) A. Conan Doyle, "Adventures of Sherlock Holmes", New York, Harper and Brothers, 1892, 1902, p. 153.
2) "The Adventure of the Blue Carbuncle", nell’edizione del 1892, è a p. 153.
3) "La prima edizione de " L’uomo delinquente" è del 1876", Cfr. R. Villa, "Letture recenti di Lombroso", in "Studi Storici", 1977, 2, p. 243.
4) "Hans Groos", Handbuch fur Untersuchunsrichter, als System der Kriminalistik (1893). Cfr. anche R. H. Gault, "Hans Gross", in "Journal of the American Institute of Criminal Law and Criminology", 1916, pp. 641-642.

Articolo scritto da heinz - Vota questo autore su Facebook:
heinz, autore dell'articolo Attualità Di Sherlock Holmes
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione