Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

L' Austerità Di Cgil Cisl E Uil


14 dicembre 2013 ore 21:01   di Oniat  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 4133 persone  -  Visualizzazioni: 4315

La parola austerità non evoca nei sindacati confederali italiani (CGIL, CISL e UIL) nessun sentimento particolare. Alle volte biascicando si lasciano scappare che non va bene, che forse l'austerità è una ricetta sbagliata, ma pare un automatismo, frasi dette per pura ritualità e per soddisfare quella massa di insofferenti che ha subodorato l'inganno e che pensa che l'Europa ci stia fregando con la scusa dell'austerità. Perché molti si chiedono dobbiamo fare un favore alla Merkel e alle banche. Questo è il punto.

Ormai lo sanno anche i sassi che in un periodo di crisi le politiche restrittive non funzionano e che occorrerebbe come hanno fatto gli americani e gli inglesi, immettere liquidità nel sistema per far ripartire l'economia. Insomma le ricette del vecchio Keynes. Molti si spingono più in la e dicono esplicitamente (il Prof. Bagnai in testa) che l'unica è uscire dall'Euro e riappropriarsi della sovranità monetaria. La BCE si sa non è una vera re propria banca centrale, presta soldi alla banche, le quali a loro volta si guardano bene dal finanziare il credito di famiglie e imprese e si tengono il malloppo o comprano titoli di stato.


Non sono soli quelli dei Forconi a dire ciò, piano piano questi concetti stanno popolando il senso comune e la gente è sempre più arrabbiata. Il peccato originale di CGIL CISL e UIL è proprio questo: danno l'idea di portare avanti le lotte senza crederci, mentre si vede lontano un miglio che obbediscono alle logiche di partiti e formazioni politiche che di fatto hanno abbracciato le politiche austeritarie imposte dall'Europa.

I sindacati oggi scioperano contro il patto di stabilità e chiedono una deroga ai vincoli imposta dall'Europa. A parte le richieste a mezza bocca (qualcuno sa esattamente cosa vogliono?), tanto che sembra si vergognino di chiedere il rinnovo dei contratti degli statali o la rivalutazione delle pensioni, il problema principale è che non mettono assolutamente in discussione le logiche che sostengono l'austerità. Non dicono che l'austerità è sbagliata e che occorre invertire il paradigma, non si sognano nemmeno di pronunciare la parola liberismo, nel descrivere le politiche europee attuali, che per organizzazioni che difendono i diritti dei lavoratori dovrebbe rappresentare né più né meno che una bestemmia. Si limitano a chiedere più soldi dei lavoratori con la riduzione del cuneo fiscale, indicando il recupero dell'evasione come la panacea di tutti mali. Briciole ovviamente, che non possonbo saziare la fame di reddito di fasce sempre più crescenti di popolazione.

Se CGIL CISL e UIL non cambiamo rotta e non dicono chiaro e tondo che la strada dell'austerità non potrà che peggiorare le cose, non potranno che alimentare l'idea ormai diffusa e rilanciata da Grillo della loro totale omogeneità al sistema dei partiti, ritenuti corresponsabili della crisi italiana e dei mali del consociativismo, della corruzione e di un sistema odioso di privilegi.
Devono riacquistare una loro autonomia, altrimenti sarà solo un tirare a campare finché la loro rendita di posizione si esaurirà, insieme alla pazienza degli italiani.

Articolo scritto da Oniat - Vota questo autore su Facebook:
Oniat, autore dell'articolo L' Austerità Di Cgil Cisl E Uil
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione