Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Auto Blu E Casta: Riducendole Del 50%, Possibili 16000 Nuove Auto Per Le Forze Dell' Ordine


5 novembre 2011 ore 17:07   di Ciuffo79  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 398 persone  -  Visualizzazioni: 707

Recentemente il Coisp (il coordinamento per l’Indipendenza sindacale delle forze di Polizia) ha messo a disposizione dei cittadini una serie di dati relativi alla presenza ed ai costi delle auto blu in Italia, dimostrando la clamorosa differenza rispetto alla media di tutti i principali Paesi del Mondo.

Sono infatti 650 i milioni di euro spesi dallo Stato e dunque dai contribuenti per mettere a disposizione delle istituzioni gli oltre 72mila mezzi che costituiscono il cosiddetto parco delle auto blu che conta circa 35mila addetti.
Secondo il Coisp è possibile quantificare la spesa pubblica per il mantenimento del personale addetto alle auto blu in 1,2 miliardi di euro ogni anno. Una assoluta enormità.


E non basta. Le indiscrezioni emerse nelle ultime settimane parlano di circa 600mila euro spesi dal Ministero della Difesa per l’acquisto di 6 Maserati.
Le auto blu in Italia sono presenti in un numero veramente clamoroso: 829.000. Se consideriamo che nei principali Paesi del Mondo il parco delle auto blu supera di poco le 50.000 unità, comprendiamo l’assoluta sperequazione che caratterizza l’Italia rispetto a tutto il resto del Mondo.

Auto Blu E Casta: Riducendole Del 50%, Possibili 16000 Nuove Auto Per Le Forze Dell' Ordine

Anche i dati ufficiali forniti dal Ministero per la Pubblica amministrazione e l’innovazione parlano chiaro: è di circa 3 miliardi di euro la spesa complessiva per tutto il personale addetto al parco autovetture.
Non solo: un’auto blu-blu (ossia quelle di rappresentanza politico-istituzionale per le alte cariche dello stato) costano mediamente 138 mila euro annue allo Stato (dati ufficiali innovazionepa.gov.it).

Ma il dato, già preoccupante di per sé, diviene ancora più insopportabile nel momento in cui andiamo ad analizzare altre informazioni, stavolta veramente drammatiche, relative al parco auto in dotazione alle forze dell’ordine italiane, dilaniate da continui tagli che impediscono, di fatto, sia il mantenimento dei mezzi già disponibili, sia la sostituzione dei veicoli vecchi ad elevatissimo chilometraggio medio, che ancora oggi circolano nel nostro Paese.

Alcuni esempi: a Napoli la Questura, secondo i dati forniti dal Consap, Confederazione Sindacale Autonoma di Polizia, sarebbero 1400 le auto in dotazione alla Polizia ma soltanto il 35% è regolarmente utilizzato a causa del fermo per avaria cui è sottoposto il restante 65% delle auto.

In Puglia il Sap (Sindacato autonomo di Polizia) denuncia la presenza di auto vecchie con oltre 200mila chilometri datate addirittura 1988, ormai ridotte a poco più che carcasse.
Un dato che inevitabilmente determina serie difficoltà nell’inseguimento di rapinatori, provvisti di auto decisamente più performanti.

Con lo spostamento anche solo del 50% delle risorse impiegate nelle auto blu (ossia 320 milioni di euro) in direzione di investimenti per l’acquisto di auto nuove per le forze dell’ordine ( ed anche per rendere possibile il semplice rifornimento delle vetture delle forze dell’ordine) facendo alcuni calcoli statistici, sarebbe possibile per lo Stato comperare oltre 16000 nuove vetture all’anno del valore medio di 20000 euro.
Il che significherebbe poter garantire ogni anno mediamente oltre 800 auto nuove per le forze dell’ordine di ogni regione.

Alcuni esempi pratici. Una regione come la Puglia che ha il 6,7% della popolazione italiana potrebbe ottenere oltre 1000 auto, ossia 4 per ogni Comune (spesa complessiva 20 milioni di euro).

La Lombardia che ha una popolazione pari al 16,4% del totale, con i suoi 1544 comuni otterrebbe ben 2600 nuovi veicoli (con una spesa di 52 milioni di euro). La Campania 1500 (30 milioni). Soltanto la città di Napoli potrebbe contare su 250 auto nuove ogni anno.

E tutto questo senza contare il valore aggiunto ottenibile ridistribuendo le risorse umane dedicate alla gestione dei parchi auto blu che potrebbero essere impiegati nel miglioramento dei servizi ai cittadini.

Articolo scritto da Ciuffo79 - Vota questo autore su Facebook:
Ciuffo79, autore dell'articolo Auto Blu E Casta: Riducendole Del 50%, Possibili 16000 Nuove Auto Per Le Forze Dell' Ordine
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione