Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Battute Su Taricone, Cinismo, Tv E Barbara D'urso


30 giugno 2010 ore 19:07   di GGallin  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 1150 persone  -  Visualizzazioni: 1691

Un'ipocrisia che da quasi noia, al punto che in un mio precedente articolo sono stato sommerso dall'indignazione, senza nemmeno essere finito nel politicamente scorretto, ma avendo semplcemente detto la mia opinione, che ribadirò anche qui. Siamo alle solite, gente che diventa paladina di un qualcuno che non è mai stato calcolato di striscio, nemmeno come personaggio pubblico, perchè? Perchè è morto.

Basta farsi un giro su Google News per fare collezione di ANSA di persone veramente eroiche e degne di commemorazione (degni di commemorazione sono tutti i morti, lui compreso): svariati operai caduti sul lavoro, solo che.. spiacente l'audience vi taglia fuori dalle lacrime pubbliche, non avete partecipato al Grande Fratello.
Dispiace sicuramente, una vita umana che finisce in un modo doloroso, all'età di 35 anni, prestissimo.


Ma in fin dei conti parliamo di un uomo che è morto coltivando una sua passione, CONSAPEVOLE dei rischi che ci sono dietro, di un ragazzo normale, come tanti altri, che non giustifica tutta questa campagna mediatica, che va ben oltre la fredda notizia ANSA riservata ad altre morti, avvenute per ben altri motivi. Nemmeno i nostri soldati ricevono tanto compianto..

Detto tutto questo si è scatenata un'immensa polemica per gruppi di Facebook e persone che hanno ironizzato con molto humor nero sull'evento. Questa polemica ha dell'assurdo, per un semplice motivo: quello della sincerità.
Fondamentalmente sono portato ad apprezzare più un sincero menefreghismo (dove sta scritto che tutti debbano essere commossi per lui solo perchè era più famoso di un operaio destinato all'oblio perenne?), che un meschino compianto come quello di persone che fino a ieri nemmeno sapevano chi fosse e oggi lo elogiano come un martire. Era un persona normale, come altre, ed il lutto per la sua scomparsa dovrebbe essere cosa privata: della piccola bambina che lascia, e che dovrà apprendere a soli 5 anni di non vedere mai più suo padre, della moglie, dei conoscenti.

L'ipocrisia e l'autoelezione a paladini lasciano il tempo che trovano.
Per me il vero cinismo risiede nello sciacallaggio mediatico, nell'espressione della D'Urso mentre in trasmissione cerca di apparire triste. Per me il vero cinismo è cogliere la notizia al balzo per parlare poco della sentenza su Dell'Utri, per parlare poco degli operai che muoiono ogni anno nell'indifferenza di chi dovrebbe garantire la loro sicurezza. Per me il vero cinismo è unificarsi ad un cordoglio per sentirsi persone migliori. Con questo R.I.P. Pietro Taricone, e aggiungo:
Chi fa humor nero sulla morte di un ragazzo, pari a loro è moralmente integro.

Articolo scritto da GGallin - Vota questo autore su Facebook:
GGallin, autore dell'articolo Battute Su Taricone, Cinismo, Tv E Barbara D'urso
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 

GGallin complimenti!!!!!! quoto le tue parole al 1000000000000000000% la d'urso è incommentabile!

Inserito 1 luglio 2010 ore 00:25
 
  • ta-riccone
    #2 ta-riccone

la cosa divertente, quando morira la Montalcini manco se ne parlera; muore taricone e le masse (ignoranti come gli animali) ne discutono disperate per giorni strappandosi i capelli. Che bel paese di M. Poi vi stupite che vince berlusconi. Vi meritate la crisi e la disoccupazione, italiani animali ignoranti

Inserito 1 luglio 2010 ore 00:42
 
  • Gianluca
    #3 Gianluca

In parte d'accordo, la D'Urso è incommentabile, ma per quanto siano ben più dolorose altre morti, è inevitabile che si sia scatenato il tam tam mediatico e sinceramente lo trovo anche giusto ed ironico, vista la voglia di Pietro di non sovraesporsi mai televisivamente. Forse cadi più tu però nei luoghi comuni facendo l'anti che non tante persone che semplicemente si dispiaciono,aldilà di chi sia,del fatto che è morto un ragazzo di 35 anni che lascia una moglie ed una figlia di 5 anni ed io che ho un bimbo di neanche un anno ti posso garantire che ci ho pensato parecchio, qualora dovesse succedermi qualcosa... Senza polemica, saluti

Inserito 1 luglio 2010 ore 00:44
 

Come AVRAI POTUTO leggere.. anche a me è dispiaciuto per il ragazzo padre di 35 anni in se e per la moglie e figlia, quindi dire che faccio l'ANTi non è molto corretto eheh. Ma quanti padri giovani muoiono senza una parola delle tv? Comunque niente polemica, tranquillo. Sono opinioni e dette in modo pacato, che è una cosa rara :-) Saluti.

Inserito 1 luglio 2010 ore 00:55
 

ragazzi calmi tutti, ok è morto un uomo di 35 anni, ok il paracadute era la sua passione, ma allo stesso tempo praticare sport come quelli con una bambina di 5 anni è da incosciente! e questo in molti se lo sono dimenticato!!!!

Inserito 1 luglio 2010 ore 14:48
 

Ecco. Michelina ha capito quel che intendo. Alleluja.

Inserito 1 luglio 2010 ore 15:09
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione