Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Biciclette E Velocipedi: Conoscere Le Leggi Per Evitare Sanzioni E Guai


14 ottobre 2010 ore 15:28   di KungFuGirl  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 566 persone  -  Visualizzazioni: 1286

Il nuovo Codice della Strada è ormai entrato in vigore e anche noi avevamo già avuto modo di dare notizia di una delle principali novità introdotte, vale a dire quella dell'obbligo di indossare giubbini o bretelle catarifrangenti. Visto l'elevato numero di ciclisti ed amanti della bicicletta presenti in Italia, però, ci pare opportuno dare qualche indicazione in più, per esser certi di non incorrere in sanzioni.

Iniziamo dai giubbini, dunque: meglio evitare i "tarocchi", i soli giubbini che consentiranno di non incorrere in sanzioni sono quelli riportanti il marchio Ce ed opportunamente omologati, in regola con la norma En 471. Per andare sul sicuro la cosa migliore da fare è rivolgersi ad un rivenditore di biciclette ed articoli per ciclismo. Stesso discorso per quanto riguarda le bretelle retroriflettenti, anche se in questo caso c'è qualche difficoltà in più: molti fornitori paiono essere in ritardo con le consegne, visti gli elevati numeri di prenotazioni, e non tutti i negozi sportivi sono già in grado di offrire questo articolo. Tuttavia si potrebbe unire l'utile al dilettevole: la stagione fredda avanza a grandi passi, tanto vale munirsi di un bel giubbino a norma ed attendere la primavera per l'acquisto delle bretelle. Restano ovviamente in vigore l'obbligo di avere sia campanello (il cui suono deve essere udibile ad almeno 30 metri di distanza) sia le luci anteriori e posteriori, elettriche o a dinamo, oltre ai consueti catadiottri.


Niente obbligo di indossare il casco, neppure per i ragazzini al di sotto dei 14 anni, mentre è previsto l'utilizzo di gilet, giubbetti o bretelle catarifrangenti anche sulle piste ciclabili fuori dai centri abitati, sulle quali peraltro è obbligatorio transitare in fila indiana. Vietatissimo l'uso del cellulare, a meno che non si faccia ricorso - come per la guida delle autovetture - agli appositi auricolari. Le sanzioni variano da 23,00 a 92,00 euro per le biciclette comuni, da 38,00 a 155,00 euro per i velocipedi che consentono il trasporto di altre persone oltre al conducente. Ultima, importante novità: non è più prevista la riduzione dei punti dalla patente per le infrazioni commesse in bicicletta.

Biciclette E Velocipedi: Conoscere Le Leggi Per Evitare Sanzioni E Guai  Biciclette E Velocipedi: Conoscere Le Leggi Per Evitare Sanzioni E Guai

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Biciclette E Velocipedi: Conoscere Le Leggi Per Evitare Sanzioni E Guai
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione