Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Caso Rea: I Festini Tra Soldatesse E Militari


9 giugno 2011 ore 11:05   di Krissy  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 704 persone  -  Visualizzazioni: 961

Continuano le indagini sulll'omicidio della mamma ventinovenne Melania Rea, barbaramente assassinata con più di 30 coltellate il 18 aprile scorso e ritrovata cadavere due giorni dopo nel bosco di Ripe di Civitella. Ieri sera nella trasmissione di rai 3, "Chi l'ha visto?", sono emersi nuovi particolari sulla vicenda.

Sembra che Melania avesse scoperto che in un bed and breakfast, non lontano da Ascoli Piceno, si tenessero dei festini a luci rosse tra le soldatesse della caserma dove Parolisi lavorava e i militari istruttori. Le persone del posto hanno detto che era una cosa risaputa da tutti.


Il gestore del bed and breakfast ha ammesso che Salvatore Parolisi si è recato lì più volte, sempre in compagnia di una ragazza diversa e si fermava una notte. Sui festini invece ha detto: "le soldatesse venivano qua, in gruppi di sei o sette. Stavano insieme, mangiavano, festeggiavano e poi andavano via. Erano tutte donne, non c’era nemmeno un uomo".

Caso Rea: I Festini Tra Soldatesse E Militari

I sospetti continuano a girare intorno alla figura di Parolisi. Il fratello della vittima, Michele ha detto:“Salvatore non l’ha protetta abbastanza. Anche non dicendo la verità,ha fatto perdere molto tempo prezioso. Capitava spesso che Salvatore uscisse anche a mezzanotte o passasse la notte fuori per lavoro. Adesso però non sappiamo quante se queste cose siano vere o meno”.

Restano anche forti dubbi sulla effettiva presenza di Melania sul pianoro di Colle San Marco perchè nessuno dei presenti l'ha vista, hanno notato solo Salvatore e la piccola Vittoria.

Articolo scritto da Krissy - Vota questo autore su Facebook:
Krissy, autore dell'articolo Caso Rea: I Festini Tra Soldatesse E Militari
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • Leonardo
    #1 Leonardo

Mi dispiace per la famiglia Rea, ma l?amore per Salvatore ha ucciso la povera Melania. Alla sua mamma, Vittoria, che a ?Chi l?ha visto?? ha lanciato un appello al telefonista anonimo che ha fatto ritrovare il corpo della figlia il 20 aprile, dico di non credere che il telefonista si farà purtroppo vivo, perché molto probabilmente avrà a che fare con l?omicidio di Melania. Ma il sospetto ed il dubbio ancor più atroci è che quel telefonista sia molto vicino alla povera donna morta, ed a sua madre, poichè per quanto si sappia l?unico a consigliare caldamente alla propria amante di usare la cabina telefonica pubblica, è stato proprio Salvatore, per cui forse la suocera dovrà davvero chiedere al genero il perchè di molte cose che non quadrano. Dov?era infatti il caporalmaggiore il primo pomeriggio del 20 aprile, ha un alibi a prova di ferro, od ancora una volta non ce l?ha, come per il racconto di essere stato con Melania e figlia a Colle San Marco alle 14,30 del fatidico 18? Per giunta, il gestore di un ?Bed-and-Breakfast?, vicino ad Ascoli Piceno, ha confermato la presenza di Salvatore nel locale, con donne diverse, per cui il genero ha più di un movente, che lo incastra, per eliminare Melania, è chiaro ormai da tempo.

Inserito 9 giugno 2011 ore 14:48
 
  • Giambattista
    #2 Giambattista

Sono convinto che il telefonista anonimo non verrà mai fuori, perché ritengo sia stato lo stesso Parolisi, per un rimorso di coscienza, se ce l?ha, a segnalare il corpo della moglie, dopo due giorni, anche perché tanto aveva ormai occultato tutto quello che c?era da nascondere. Ma perché non fanno ascoltare la voce di chi ha chiamato? Così potrebbe essere smascherato da qualcuno! Credo inoltre che sia stato proprio il panico dello scandalo che il pomeriggio del 18 aprile ha attanagliato Salvatore ed ha ottenebrato il suo cervello, così da infierire d?impeto, anche per la violenza della discussione o per la rabbia seguita alla minaccia di Melania di rivelare lo scandalo, sul corpo della moglie, con un coltello inadatto, tanto da dover vibrare molti colpi, anche ai fini di depistare le indagini successive, nella pineta di Ripe di Civitella del Tronto, e non a Colle San Marco, dove il chiarimento definitivo tra coniugi, promesso all?amante, non poteva avvenire per la presenza di troppi gitanti.

Inserito 10 giugno 2011 ore 14:46
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione