Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Cassazione: Genitori Conflittuali, No All' Affido Condiviso. Ma Con Quali Rischi?


5 ottobre 2011 ore 16:02   di Ciuffo79  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 425 persone  -  Visualizzazioni: 675

È ormai nota la sentenza della Corte di Cassazione del 15 settembre 2011 (la n.18867) nella quale si stabilisce l’impossibilità di disporre l’affido condiviso nei casi in cui si manifesti un’aperta conflittualità tra i genitori e, parallelamente, i figli esprimano la volontà di non avere rapporti con uno dei due.

La decisione dei giudici è spiegata dalla necessità di dare ascolto ai figli quando la difficoltà da parte dei genitori nel cooperare e nel trovare forme costruttive di dialogo (elementi essenziali per una corretta espressione della funzione genitoriale) possa per loro rappresentare un rischio potenziale di un patologico sviluppo psicofisico.


L’affidamento condiviso, se infatti da un lato risulta determinante per consentire rapporti equilibrati con padre e madre, obbliga dall’altro bambini e ragazzi a continui spostamenti tra le abitazioni dei genitori e ad un coercitivo adattamento a ritmi di vita piuttosto frenetici, resi sopportabili soltanto da una fattiva collaborazione tra i coniugi in via di separazione.

La Suprema Corte, con il pronunciamento in questione, apre tuttavia le porte ad un forte dibattito in merito alla capacità da parte dei figli di saper correttamente ed autonomamente decidere circa le frequentazioni con i propri genitori.

Come affermato infatti dallo psichiatra statunitense Richard A. Gardner, le lotte relative alla custodia dei figli possono generare l’emergere della cosiddetta Sindrome di Alienazione Genitoriale (PAS), una dinamica psicologica disfunzionale caratterizzata dall’incapacità del figlio di instaurare un corretto rapporto con uno dei due genitori, verso il quale viene provato disprezzo e astio.

Secondo Gardner, la PAS è causata da un genitore “alienante” che istiga il figlio -che ne diviene inconsapevolmente alleato- ad un atteggiamento denigratorio nei confronti dell’ex coniuge (“l’alienato”) verso il quale è impedito un corretto contatto di tipo affettivo e personale.

Nella Sindrome di Alienazione Genitoriale, il genitore che subisce tale forma di discredito viene infatti ingiustamente accusato di abusi, violenza o trascuratezza nei confronti dei figli.

Il compito dei giudici, a seguito della Sentenza della Corte di Cassazione, diviene oggi ancora più delicato, alla luce della necessità di contemplare possibili interventi manipolatori da parte di uno dei genitori.

Articolo scritto da Ciuffo79 - Vota questo autore su Facebook:
Ciuffo79, autore dell'articolo Cassazione: Genitori Conflittuali, No All' Affido Condiviso. Ma Con Quali Rischi?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione