Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Che Fine Ha Fatto Il Satellite Rosat? E' Precipitato, Ma Dove?


25 ottobre 2011 ore 11:57   di KungFuGirl  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 424 persone  -  Visualizzazioni: 725

Che fine ha fatto Rosat, il grande telescopio orbitante che avrebbe dovuto precipitare sulla Terra lo scorso fine settimana? Come era già accaduto per il suo predecessore Uars, rientrato in atmosfera soltanto un mese fa, gli scienziati avevano fornito modelli di simulazione e calcoli relativi alla probabile traiettoria.

Anche in questo caso l’Italia era verosimilmente da considerarsi esclusa da questa “roulette russa spaziale” , con probabilità davvero minime che il satellite o suoi frammenti potessero precipitare sulla penisola. Ma alla fine, dov’è andato a schiantarsi Rosat?


Pare che alle ore 01.50 di domenica 23 ottobre l’ingombrante rifiuto spaziale sia andato ad inabissarsi nelle profondità dell’Oceano Indiano, non molto distante dall’arcipelago delle Maldive. Questo, almeno, è quanto afferma il sito MeteoLive News. Ma basta cambiare canale d’informazione e, come per magia, cambiano anche le notizie relative alla caduta di Rosat.

Il Daily Wired, ad esempio, ha raccolto la testimonianza dell’astrofisico Jonathan McDowell del Centro di Astrofisica dello Harvard-Smithsonian; ebbene, secondo lo scienziato il satellite potrebbe essere precipitato in Birmania o in Cina. Ipotesi non certo inverosimile, specie se si considera che sulla traiettoria di Rosat si trovavano due grandi metropoli cinesi come Chogqin e Chengdu. Il fatto che dalle autorità asiatiche non sia pervenuta nessuna segnalazione di danni, comunque, fa tirare un sospiro di sollievo e ritenere che il pesante rifiuto spaziale si sia davvero inabissato nell’oceano.

Che Fine Ha Fatto Il Satellite Rosat? E' Precipitato, Ma Dove?

Il fatto che, anche questa volta, non ci siano state città coinvolte fa sì che, da un lato, ci si senta sollevati ma, dall'altro, solleva diverse perplessità: ciò che gravita attorno al nostro pianeta è un'inquietante quantità di immondizia cosmica, rifiuti più o meno grossi di cinquant'anni di esplorazioni spaziali. E tutti potrebbero prima o poi ricadere sulla Terra, attratti dalla forza di gravità del nostro pianeta. Non è il caso di prevedere dei sistemi che consentano ai satelliti di disintegrarsi in frammenti minuscoli - e non, come nei casi di Rosat e di Uars, in pezzi del peso di diverse tonnellate - al loro rientro in atmosfera? I nuovi satelliti vengono muniti di un sistema di controllo che consente agli scienziati, da Terra, di modificarne la traiettoria al termine della missione spaziale, pilotando così il loro rientro in atmosfera?

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Che Fine Ha Fatto Il Satellite Rosat? E' Precipitato, Ma Dove?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione