Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Coesione Nazionale, O Concordia Degli Ordini


12 luglio 2011 ore 22:23   di erpidi  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 338 persone  -  Visualizzazioni: 620

Concordia degli ordini. Il Presidente Napolitano l’ha definita “Coesione Nazionale”. A me piace chiamarla Concordia degli Ordini, anche perché chi la propagandò (Cicerone) fallì e alla lunga ci rimise la testa (letteralmente). E la strada per me è la stessa oggi come allora. In un momento di gravissima crisi è naturale che le parti si tranquillizzino ed accantonino le polemiche. Del resto l’attacco degli speculatori alla nostra economia è stato feroce, forse più di quel che hanno permesso di far sapere. Se la barca affonda vanno giù tutti. Allora la parola d’ordine è “disponibilità”. Del resto non è che ci sia tanto da scialare fra un Governo (non dico Maggioranza perché per me i numeri in Parlamento non indicano la reale volontà popolare odierna) che non sa decidere preso com’è a pensare a sé stesso e che sembra campare solo di polemiche e ripicche e un’Opposizione che non ha saputo negli ultimi 18 mesi proporre qualcosa, ma solo censurare e deprecare.

Vorrei far notare come un attacco speculativo alla nostra economia (caratterizzato da vendite allo scoperto cioè vendere oggi qualcosa che non si ha, contando di acquistarlo a prezzo più basso domani) è potuto avvenire grazie ad una carenza gravissima di peso internazionale del nostro Paese. Non contiamo più di tanto (ma quando mai abbiamo contato molto?...) sia per un crollo catastrofico di immagine dei nostri Governanti sia per una dignità persa a causa dei troppi scandali di corruzione ed evasione fiscale scoppiati negli ultimi 12 mesi. Senza contare gli scandali mediatici in cui è coinvolto o si è fatto coinvolgere Berlusconi. Ora con questo non voglio dire che i vari fatti criminosi dovevano essere tenuti nascosti, ma quegli stessi fatti evidenziano una enorme mancanza di verifiche e controlli da parte degli Organi di investigazione e controllo.


Ovvio ciò avvenga quando sono coinvolte alcune frange degli stessi verificatori (“Quis custodiet ipsos custodes?” dicevano i Romani: chi controlla i controllori?), realisticamente però grazie a questi fatti continui ed imbarazzanti l’Italia è stata ridotta ad un territorio (finanziario) di facile conquista. A ciò hanno contribuito tanti fattori.
Elenchiamone alcuni. (1) una Maggioranza di Governo divisa in cui ciascuno appare remare per conto suo (Lega che bada ai suoi soli interessi ed insulta costantemente l’Unità Nazionale, Membri Fondatori che se ne vanno ululando come coniugi che litigano in un divorzio, Ministri e Sottosegretari che criticano i propri colleghi coram populi, Ministri che fuggono dal contraddittorio, esternazioni di Membri del Parlamento estemporanee e potrei andare avanti per ore) (2) un’Opposizione che si oppone a prescindere (solo oggi si sono spaventati a morte e si stanno limitando, ma è di breve durata) e che non sa dare di sé un’immagine propositiva, ma solo di censura, (3) una Magistratura che, per timore di vedere inficiate le prerogative della propria classe, le protegge con attacchi spesso più mediatici che realmente fattivi e le cui decisioni indeboliscono gli altri due Poteri (4) La sentenza in Appello sul Lodo Mondadori, che ha avuto un effetto scatenante sull’azione speculativa, indicando, se ce ne fosse stato bisogno, una debolezza del sistema economico da poter sfruttare. Bastava ritardarla di alcune settimane per evitare contraccolpi finanziari pesanti che ci son stati. Chi si sarebbe scandalizzato con la lentezza elefantiaca della Giustizia nostrana?
Cosa succederà ora? Io personalmente sono molto pessimista.

Mi ricordo una delle tante frasi che la saggezza degli antichi Romani ci ha tramandato: Timeo Danaos Et Dona Ferentes (Temo i Danai –i Greci- soprattutto quando recano doni). Una quiescenza e disponibilità dell’Opposizione mi fa sorgere dubbi: (a) non hanno un programma di alternativa di governo e (b) sono spaventati a morte chè se affonda questo Governo con la crisi finanziaria galoppante crollano anche loro, ma se si riesce ad arginare i danni si ergeranno a Salvatori della Patria. Del resto quello che ancora di più mi spaventa è la insensibilità, la leggerezza, l’incoscienza e il menefreghismo con cui la compagine di Governo e i suoi alleati in Parlamento hanno gestito gli ultimi 6 mesi di attività, né i prossimi fanno ben sperare. Una congerie di incapaci e pressapochisti che sarebbero caratteristici se recitassero in un film di Franco e Ciccio anziché governare la Cosa Pubblica.

Realtà è che la nostra casta politica non ha un futuro prossimo né remoto. E pensare che già si stanno dividendo e proponendo le candidature per le Politiche del 2013. Se si continua così è difficile che ci si arrivi integri come Nazione al 2013, soprattutto se lasciamo via libera ai vari Bossi, Castelli, Calderoli, Fini, Bersani, Casini, Bindi e Berlusconi. Come diceva Montanelli nella sua “Storia di Roma” quando la politica di Roma latitava nella crisi: “ci vuole un Uomo Nuovo”, che poi si rivelò essere Caio Mario (Homo Novus vero). Ma allora si parlava di una Città-Stato con già oltre 600 anni di storia alle spalle, sulla via di diventare LA città-stato per eccellenza nella Storia Mondiale.

Noi siamo molti di più degli Antichi Romani ed abbiamo solo 150 anni di storia. Ah Cavour e Garibaldi! Se aveste immaginato che fine avrebbero fatto i vostri eredi un secolo e mezzo dopo voi, con tutta probabilità sareste emigrati di corsa in Groenlandia cambiando nome!

Articolo scritto da erpidi - Vota questo autore su Facebook:
erpidi, autore dell'articolo Coesione Nazionale, O Concordia Degli Ordini
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione