Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Commenti Sull' Azione Usa In Pachistan (1)


4 maggio 2011 ore 12:28   di erpidi  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 327 persone  -  Visualizzazioni: 538

Commenti sull’impiego delle Forze Speciali [1]. Il primo a dedicare particolare attenzione allo Special Warfare (così gli Americani chiamano le Operazioni Speciali) fu J.K. Kennedy e se non lo avessero ucciso l’approccio alla Guerra del Vietnam sarebbe forse stato molto diverso. Così come sono nate le Forze Speciali dovevano combattere insurrezioni e guerriglia nel territorio stesso dove trovavano vita, sostenendo ed appoggiando le popolazioni locali in modo che non soggiacessero all’azione delle “insurgencies”. Spesso i Teams dovevano integrarsi sul terreno aiutando le popolazioni con cure mediche, insegnamenti e costruzioni. Da lì il modus operandi delle Forze Speciali si è modificato adeguandosi alla situazione contingente, indirizzandosi al contrasto del terrorismo ed alle Operazioni dietro eventuali linee nemiche. Non è che dopo il Vietnam ci siano state molte guerre convenzionali. Se il Vietnam potesse essere considerata una Guerra Convenzionale. O si è trattato di conflitti brevi e limitati come i vari conflitti in Medio Oriente Fra Arabi e Israele o di operazioni anomale dal punto di vista convenzionale. Solo le operazioni Inglesi alle Falkland sono state vicine ad un conflitto convenzionale con azioni navali, sbarchi ed azioni terrestri di attacchi di fanteria. Probabilmente non sapremo mai le esatte azioni che il SAS ed lo SBS (Special Air Service e Special Boat Service) hanno effettuato in quella parte del mondo. Discrezione figlia di un’ amplificata riservatezza che SAS e SBS hanno sempre avuto.

Ovviamente la fine della Guerra Fredda ha provocato da un lato il cambio delle tattiche e strategie militari che con la mancanza di un unico nemico hanno dovuto cambiare obiettivi e modo di combatterli. Dall’altro lato gli Stati maggiori si son dovuti rendere conto che la maggior parte delle operazioni militari dovevano essere combattute con sistemi non ortodossi. Operazioni come i due interventi in Iraq con dispiego di forze convenzionali con masse di carri ed artiglieria in azione oggi non sarebbero più possibili nemmeno agli Stati Uniti per via dei costi sempre più alti, di una crisi finanziaria galoppante a livello mondiale e perché oggi non c’è un nemico con un territorio da invadere, Forze Armate da combattere, obiettivi precisi da bombardare. Basti vedere quel che succede in Libia oggi. Se non avessero sperperato denari, mezzi e vite umane nelle avventure in Iraq e Afghanistan gli USA sarebbero intervenuti in forze e messo a tacere il Raìs in poche settimane, soprattutto avendo l’appoggio di una consistente frangia della popolazione. E avrebbero sistemato la pratica di Lockerbie, della Achille Lauro e tanti attentati contro di loro sostenuti, condotti o facilitati dall’ineffabile Colonnello.


Purtroppo il serbatoio militare USA è stato troppo sfruttato (e a vuoto va sottolineato) dalle nefaste decisioni di Bush per poterci contare né gli Alleati degli USA (forse escludendo quello “storico”, l’Inghilterra) hanno compattezza, capacità e decisionismo a sufficienza per fare a meno dell’ombrello USA. La NATO ed il Patto di Varsavia furono alleanze create specularmente per coagulare fra loro gli Alleati o simpatizzanti, con uno Stato-guida centrale, gli USA e l’URSS. Finita l’Unione Sovietica ed il pericolo imminente del Comunismo il Patto di Varsavia si dissolse e la NATO resistette allargandosi (udite! Udite!) a ben nove Nazioni ex-Stati dell’URSS o ex Patto di Varsavia. L’invasione del Kuwait da parte di Saddam diede il La a coagulare intorno agli USA un’Alleanza per “liberare” il [petrolio del] Kuwait e regalò alla NATO nuova linfa per sopravvivere. L’attacco alle Torri Gemelle (che a rigor del trattato della NATO era un attacco ad un Paese Membro e prevedeva l’intervento di ogni partecipante all’Alleanza) poi allungò la vita operativa della NATO. L’ombrello era sempre USA (Nazione attaccata), ma lo scenario politico–economico era mutato. E le azioni in Afghanistan furono gestite politicamente male e militarmente con poca oculatezza.

Il terrorismo non si può combattere con truppe e mezzi rischierati come se davanti ci fossero i Reggimenti delle Guardie della vecchia URSS. E proprio la sconfitta dell’Armata Rossa in Afghanistan, ignominiosa, avrebbe dovuto far riflettere. Purtroppo il Comando in Capo USA era tenuto da uno dei peggiori Presidenti della Storia Americana. E si presero decisioni scriteriate coinvolgendovi gli Alleati. Le perdite finanziarie per un impiego insensato in Iraq e Afghanistan di truppe, le cui perdite hanno toccato l’opinione pubblica notevolmente, hanno svuotato il serbatoio a cui 20 anni fa si poteva accedere senza problemi. Oggi sarebbe impossibile per qualsiasi Nazione Occidentale dispiegare di nuovo truppe e mezzi come fu fatto per Desert Storm. Nel mondo, forse, solo India e Cina potrebbero. (continua)

Articolo scritto da erpidi - Vota questo autore su Facebook:
erpidi, autore dell'articolo Commenti Sull' Azione Usa In Pachistan (1)
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione