Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Concordia Degli Ordini, Forse


23 giugno 2011 ore 09:50   di erpidi  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 368 persone  -  Visualizzazioni: 649

Concordia degli Ordini alle porte, forse, talora gli asini volano: allibisco vedendo la scena di Di Pietro che con le vene del collo gonfie e strillando inveisce contro il PD con lo stesso concetto da me espresso più volte: è un Partito di Opposizione che non riesce a darsi un programma politico di alternativa a PDL/Lega. È questo il fatto più preoccupante di chi ha perso ormai le speranze di vedere l’Italia imboccare una strada di uscita (seria) dalla crisi, cioè che l’Opposizione (Di Pietro & Co. inclusi) non ha saputo far altro che cavalcare la tigre delle critiche ad ogni passo del Governo senza saper proporre nulla. Va bene (si fa per dire) distruggere la facciata di tutto ciò che il Governo fa, ma non saper proporre una nuova struttura a quelle (presunte) macerie è forse peggio che distruggere/criticare/attaccare.

Onore al merito dell’ex Poliziotto/Magistrato/Ministro, almeno ha avuto le palle di dire che “se Atene piange Sparta non ride”. Non è che con questo io mi sia innamorato del “bell’Antonio”, per carità!, ma in nome della tanto scordata democrazia e della tolleranza e rispetto che tanto predico bisogna riconoscere a Di Pietro i suoi (scarsi) meriti.


Adesso ci sarà da ridere. Perché se Bersani e i suoi scagnozzi non fanno niente allora danno ragione a Di Pietro, se invece lo fanno si penserà e si dirà che si sono mossi solo perché Di Pietro li ha presi a calci nel sedere. In entrambi i casi Antonio Di Pietro ha fatto Bingo. È il primo ad aver messo il dito sulla piaga dell’Opposizione e si è proposto come l’alternativa principe sia in caso di elezioni (che nessuno di quelli che scalda il proprio dolce sederino sugli scranni del Parlamento vuole) sia in caso di rimpasti estivi che potrebbero giustificarsi in nome di quella “Concordia degli Ordini” che tanto Napolitano sollecita e molte fonti suggeriscono. Concordia degli Ordini che Cicerone propose nell’Antica Roma, ma che alla fine lo portò alla decapitazione.

Concordia degli Ordini che Berlusconi vede necessaria perché la Lega, con scelta di tempo discreta ma scorretta, inizia ad essere uno scomodo compagno di viaggio. I Leghisti stanno esagerando, essendo troppo confidenti nelle loro radici Padane che troppo agevolmente sfociano in una demagogia che se non parlasse dello Stato potremmo definire becera e ridicola. Un allargamento della maggioranza al Centro verso Di Pietro oggi, Casini domani e posdomani (ma molto “pos”) Fini potrebbe mettere la Lega in una posizione scomodissima. Se non ci fossero di mezzo crisi economica pesante, disoccupazione, guerre alle nostre porte, crisi energetica, invasioni di migranti e puttane di alto bordo sarebbe una splendida sceneggiatura da film hollywoodiano.

Berlusconi ha difficoltà interne, difficoltà giudiziarie (le più eclatanti recenti delle quali si è cercate con il lanternino) e purtroppo sfiducia della base dei votanti. O tira fuori un cappello dal cilindro (a cui credo quanto credo agli asini che volano) o si accorgerà che la maggioranza ottenuta ha una tenuta limitata. La realtà che io vedo è che chi siede in Parlamento si rende conto che se torna al Popolo per un altro mandato rischia di restare a casa colle pive nel sacco e pertanto fa di tutto per tenersi il suo posto al sole, caldo caldo. Ogni tanto qualcuno, per migliorare la sua capacità di acquisto, agita la bandiera delle elezioni anticipate, ma lo dice solo, farlo? Per carità!

Dove finiremo? Ora, a maggioranza ottenuta, Berlusconi si è presa una pausa di lavoro o riflessione lunga. Se saprà approfittarne ne godremo tutti, ma se la coalizione di Governo ricomincia il giochetto dell’auto-distruzione il botto che ne verrà sarà peggio del terremoto del Giappne. E io, per una volta tanto pessimista all’ennesima potenza, mi aspetto casini e bordelli a partire da domani. Ha già cominciato la Lega con Castelli e il pedaggio del Grande Raccordo Anulare di Roma e le offese a noi Romani. Ah! Se i leghisti fossero almeno originali nelle loro esternazioni folcloristiche! Stanno diventando noiosi vero?

Articolo scritto da erpidi - Vota questo autore su Facebook:
erpidi, autore dell'articolo Concordia Degli Ordini, Forse
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione