Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Così Sono Scappato Dalla Tragedia Giapponese


17 aprile 2011 ore 14:33   di acquadalsole77  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 324 persone  -  Visualizzazioni: 559

Per diversi giorni è rimasto chiuso nella sua casa di Ishioka, in Giappone, al riparo dalle radiazioni di Fukushima. Ora che, con la moglie è tornato sano e salvo nella sua Viareggio, Gabriele Puritani, 25 anni, cuoco di professione, si lascia andare ai ricordi, tornando con la memoria a quella terribile scossa di magnitudo nove che l'11 marzo ha devastato il Giappone.

"Ero in cucina" racconta Gabriele, che da tre anni, a fasi alterne, vive nel Sol Levante, "e appena tutto ha iniziato a tremare ho cercato di sorreggere gli scaffali che contenevano pentole e alimenti. Non sono fuggito, perchè in Giappone i terremoti sono all'ordine del giorno e bisogna abituarsi". Ma stavolta, un imprevisto: lo tsunami ha innescato il disastro nucleare di Fukushima, costringendo, almeno gli stranieri, all'unica scelta possibile: la fuga. Non si poteva usare l'acqua del rubinetto, nè mangiare nulla, se non cibi in scatola. Non si poteva nemmeno uscire di casa. E le difficoltà riguardavano tutto, a partire dagli spostamenti perchè il Governo ha deciso il black out controllato, per risparmiare elettricità.


Nonostante la grave situazione, Gabriele racconta di essere riuscito a raggiungere l'aereoporto di Osaka, insieme alla giovane moglie Yuri, dove c'erano file lunghissime: gente di tutte le nazionalità che aveva un unico desiderio: scappare. La cucina, per Gabriele, è sempre stata una passione: tre anni fa la prima esperienza in Giappone, dove è nato l'amore per la cucina orientale. Un sogno purtroppo infranto al triste impatto con la realtà.

Oggi lo spavento è passato, ma non la preoccupazione per quello che continua a succedere a Fukushima, dove la gravità del disastro ha raggiunto quello del 1986 a Chernobyl, in Ucraina. Per questo, Gabriele e Yuri vedono solo l'Italia nel loro futuro: hanno tanti sogni e un nuovo progetto in cucina, nella campagna lucchese: l'idea è di creare una scuola in cui si incontrino la cultura italiana e giapponese. Buona fortuna!

Articolo scritto da acquadalsole77 - Vota questo autore su Facebook:
acquadalsole77, autore dell'articolo Così Sono Scappato Dalla Tragedia Giapponese
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione