Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Dati Istat: Una Famiglia Su Tre Ha Dovuto Ridurre Qualità E Quantità Di Cibo


5 luglio 2010 ore 12:59   di LollyMap  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 270 persone  -  Visualizzazioni: 503

ROMA - Sono stati pubblicati questa mattina sul sito dell'Istat - www.istat.it - i dati relativi ai consumi delle famiglie italiane nel 2009. Il campione analizzato è di circa 23.000 famiglie, il dato che salta agli occhi è il decremento della spesa mensile a carico di ogni nucleo.

Nel 2009 infatti la metà delle famiglie italiane non ha raggiunto i 2.020 euro, e ripetto al 2008 questo dato è in calo del 2,9%. La spesa media, invece, considerando il campione nella totalità, è di 2.442 euro, con un calo considerato dall'Istat "alquanto significativo" dell'1,7%, ancora più considerando l'inflazione molto bassa, nello stesso anno pari allo 0,8%.


Problema che pare ancora più grave quando si leggono le dichiarazioni di chi ha detto di aver diminuito non solo la quantità, ma soprattutto la qualità degli alimenti acquistati rispetto all'anno precedente. Sono il 35,6% del campione, nel suo complesso. Il 63% ha diminuito la quantità, e il 15% ha diminuito la qualità di ciò che mette in tavola.

Tutte queste famiglie mangiano meno, e purtroppo mangiano anche peggio. Questo vale per adulti ma anche per i bambini.

In definitiva la spesa per la sola parte alimentare delle spesa si attesta, in media, a soli 461 euro al mese, e si tratta di un dato mai registrato, in quanto, nonostante l'inflazione sia scesa a un livello estremamente basso, mai avevamo assistito a un calo della spesa alimentare.

Sappiamo tutti quanto è importante la tavola, nel nostro sile di vita, e quanto siano importanti i prodotti della nostra cucina mediterranea, invidiata specialmente oltreoceano. Di questo passo, però, dovremo lasciare perdere olio, pomodori, mozzarelle di bufala, frutta e verdura fresche, e mangiare scatole, insaccati, cibi killer per le arterie ma che costano meno, come qualsiasi alimento di scarsa qualità.

Speriamo ci sia una inversione di tendenza entro quest'anno, e che sia sia tratto solo di un momento legato alla "crisi" mondiale, sentita molto, anche livello psicologico, dalle famiglie italiane.

Dati Istat: Una Famiglia Su Tre Ha Dovuto Ridurre Qualità E Quantità Di Cibo

Articolo scritto da LollyMap - Vota questo autore su Facebook:
LollyMap, autore dell'articolo Dati Istat: Una Famiglia Su Tre Ha Dovuto Ridurre Qualità E Quantità Di Cibo
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione