Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Ddl Stabilità: Cancellato Il Catalogo Nazionale Delle Armi. La Protesta Dei Sindacati Di Polizia


10 novembre 2011 ore 23:39   di Ciuffo79  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 514 persone  -  Visualizzazioni: 791

Il Ddl stabilità cancella il catalogo nazionale delle armi. Il provvedimento, approvato il 10 Novembre dal Senato della Repubblica e del tutto inaspettato, ha sollevato le dure critiche da parte dei sindacati di polizia che hanno denunciato la gravità dell’accaduto dato l’aumento del rischio di una circolazione più libera delle armi pericolose.

Le associazioni della rete italiana del disarmo urlano il ritorno dell’Italia ad una sorta di “far west” che favorisce la criminalità organizzata liberalizzando, di fatto, la diffusione delle armi.
Ma cos’è esattamente il catalogo nazionale delle armi?Si tratta di uno strumento utile per conoscere i dettagli delle armi comuni da sparo e di quelle in libera vendita che contiene più di 16mila armi catalogate, delle quali è possibile conoscere sia le caratteristiche tecniche che lo status giuridico (fonte poliziadistato.it)


Istituito con la legge 110 del 1975, il catalogo nazionale delle armi che controlla anche munizioni ed esplosivi presenti in Italia, rappresenta una sorta di iter di omologazione per le armi che entrano nel nostro Paese e dunque indica i requisiti necessari affinché un’arma possa entrare in Italia ed essere dunque venduta.

Ddl Stabilità: Cancellato Il Catalogo Nazionale Delle Armi. La Protesta Dei Sindacati Di Polizia

La modifica di anche una soltanto delle caratteristiche di un'arma indicate nel catalogo prevede una grave pena per “alterazione di armi” secondo l’ordinamento vigente.
L’eliminazione dell’anagrafe, anche se come sottolineano i sindacati di polizia non elimina il porto d’armi e non incide sulla libera vendita ai cittadini (che rimane vietata) impedisce di fatto qualunque forma di controllo sulle armi che circoleranno che, di conseguenza, non saranno più distinguibili tra clandestine e legali e tra leggere e pesanti.

In poche parole, la detenzione di armi da guerra non attualmente permesse, lo potranno essere presto, ivi comprese armi in grado di sfondare la blindatura dei veicoli e giubbotti antiproiettile, secondo quanto riferito dai maggiori oppositori del provvedimento.

Ma perché è stato eliminato? Quali i benefici teorici previsti? La risposta, stando agli organi di stampa, starebbe nella proposta della Lega Nord di liberalizzare le armi, un po’ sullo stile statunitense, allo scopo di consentire ai cittadini una maggiore autodifesa.

La proposta era stata formulata la prima volta dal leghista Federico Bricolo capogruppo della Lega Nord al Senato della Repubblica. E consentirebbe secondo Franco Orsi, senatore del Popolo della Libertà, un risparmio di 20 milioni di euro utilizzabili per il finanziamento delle missioni militari di pace all’estero.

Articolo scritto da Ciuffo79 - Vota questo autore su Facebook:
Ciuffo79, autore dell'articolo Ddl Stabilità: Cancellato Il Catalogo Nazionale Delle Armi. La Protesta Dei Sindacati Di Polizia
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • daniele tincani
    #1 daniele tincani

da quanto leggo nelle preoccupazioni dei sindacati di polizia,vi sono delle inesattezze:armi che possono sfondare le blindature dei veicoli e giubbotti antiproiettile, sono disponibili sul mercato legale, armi catalogate da anni, con queste caratteristiche balistiche, questa é un'ulteriore dimostrazione che il personale che approvava le omologazioni é incompetente in materia di armi e non ha mai tenuto in considerazione la sicutezza dei corpi di PS operativi.

Inserito 13 novembre 2011 ore 15:44
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione