Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Decreto Milleproroghe, Per L' Antitrust è Conflitto Di Interessi Per Berlusconi


2 marzo 2011 ore 15:02   di AngeloCa  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 231 persone  -  Visualizzazioni: 375

Il cosiddetto decreto Milleproroghe è stato approvato ma com’era prevedibile visto il coinvolgimento del presidente del Consiglio dei Ministri nei due lati della vicenda ha alzato un polverone. Eh si perché ci sono delle disposizioni del decreto che evidentemente vanno quanto meno ad insinuare dubbio sulla legittimità di tale norme visto che il relatore e il beneficiario sono la stessa persona, un po’ come se un arbitro di calcio partecipa alla gara nel duplice ruolo di calciatore e appunto direttore di gara.

Ad intervenire su tale questione non è stato un partito politico oppure una fazione ostile a Silvio Berlusconi ma l’Antitrust ossia l’organo istituzionale chiamato a vigilare su tante cose tra cui la presenza di evidenti conflitti d’interesse in situazioni politiche,legislative e non solo.


Il garante ha scritto al governo ed in particolare ai presidenti delle camere sull’inopportunità di una norma presente nel decreto Milleproroghe in fatto di via libera a concentrazioni editoriali visto che l’attuale presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, è proprietario di una vasta fetta di media italiani, in particolare il garante dice “Vanno valutati le ricadute positive sul patrimonio del presidente del consiglio e il danno per l'interesse pubblico”.

Decreto Milleproroghe, Per L' Antitrust è Conflitto Di Interessi Per Berlusconi

L'Antitrust interviene sulla disposizione contenuta nel Decreto Milleproroghe con la quale si elimina dal primo aprile il divieto di acquisire giornali per le imprese già titolari di network televisivi nazionali. In sintesi sono questi i passaggi dell’intervento dell’Antitrust sull’episodio. “è inopportuno attribuire al presidente del Consiglio il potere di prorogare o no il divieto di incroci proprietari tra giornali e tv successivamente al 31 marzo 2011, come prevede il decreto Milleproroghe” e ancora scrive l'Antitrust“Senza una modifica in questa direzione della norma l'adozione o la mancata adozione dell'atto di proroga, anche senza integrare automaticamente una fattispecie di conflitto di interessi, dovranno essere valutati dall'Antitrust, per verificare l'incidenza specifica e preferenziale sul patrimonio del presidente del consiglio e il danno per l'interesse pubblico”

L'autorità garante per la concorrenza lo ha scritto, facendo riferimento alle norme sul conflitto di interessi, in una segnalazione ufficiale inviata allo stesso presidente del consiglio ed ai presidenti della Camera e del Senato. Nella stessa segnalazione, l'Antitrust esprime l'auspicio che la disciplina del divieto di incroci sia sottratta alle competenze dell'attuale premier.

Nella nota si legge ancora : "L'Autorità già il 20 gennaio scorso aveva ricordato al governo che l'estensione della validità temporale del divieto, direttamente disposta dal decreto legge, era stata esplicitamente auspicata dall'autorità per le garanzie nelle comunicazioni per tutelare il pluralismo dell'informazione: per tale ragione, non poteva essere configurata come un vantaggio patrimoniale del presidente del consiglio. Tuttavia la disciplina di un settore sensibile come quello editoriale, richiedeva un atteggiamento di precauzione che evitasse l'attribuzione di ogni potere discrezionale in capo al premier".

Articolo scritto da AngeloCa - Vota questo autore su Facebook:
AngeloCa, autore dell'articolo Decreto Milleproroghe, Per L' Antitrust è Conflitto Di Interessi Per Berlusconi
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione