Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Delitto Fortugno: Confermati Quattro Ergastoli


25 marzo 2011 ore 08:03   di enzoromeo  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 345 persone  -  Visualizzazioni: 554

Nel febbraio del 2010 la corte di appello di Locri condannò all'ergastolo gli imputati del processo per l'assassinio del vice presidente del consiglio regionale della Calabria, Francesco Fortugno.
Il caposala dell'ospedale civile di Locri, Sandro Marcianò, suo figlio Giuseppe, Salvatore Ritorto e Domenico Audino vennero considerati i responsabili del grave delitto.
Ieri la corte di assise di appello di Reggio Calabria ha confermato la sentenza di primo grado.
Ergastolo per i quattro, tutti di Locri. Sandro e Giuseppe Marcianò per ordinato l'omicidio dell'esponente politico, Ritorto, per essere stato l'autore materiale dello stesso e Audino per avere sostenuto il piano omicidiario.

Accolta, dunque, relativamente ai quattro imputati principali, la richiesta della procura generale della città dello Stretto, che aveva ribadito la colpevolezza degli imputati, indicati come soggetti organici alla cosca Cordì.
All'individuazione dei colpevoli si era arrivati otto mesi dopo il delitto, avvenuto il 16 ottobre del 2005 a Locri, all'interno nell'androne dello storico palazzo Nieddu del Rio, dove erano in corso le primarie nazionali del centro sinistra.
Furono i pentiti Domenico Novella e Fortunato Piccolo, quest'ultimo morto suicida a Pescara, dove risiedeva dopo la confessione e il pentimento, a svelare il segreto ai sostituti procuratori della distrettuale di Reggio Calabria Andrigo e Colamonici.


Nel procedimento si sono costituiti parte civile la moglie dell'onorevole Fortugno, Maria Grazia Laganà, attualmente parlamentare del Pd, i figli Anna e Giuseppe, i fratelli, oltre all'amministrazione comunale di Locri, l'amministrazione provinciale di Reggio Calabria, la Regione Calabria e un gruppo di associazioni che operano sul fronte anti 'ndrangheta.
Tra novanta giorni la motivazione della sentenza. Già annunciato il ricorso in Cassazione degli avvocati di difesa.

Nello stesso procedimento erano state coinvolte altre persone con imputazioni certamente gravi, ma meno pesanti rispetto a quella di omicidio. Tra queste Vincenzo Cordì, erede del comando della potente e temibile cosca Cordì di Locri.
Vincenzo doveva rispondere di associazione mafiosa, non della morte di Franco Fortugno.
I giudici lo hanno assolto.

ENZO ROMEO

Articolo scritto da enzoromeo - Vota questo autore su Facebook:
enzoromeo, autore dell'articolo Delitto Fortugno: Confermati Quattro Ergastoli
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione