Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Don Seppia Chiede Il Trasferimento, Intanto Un Altro Arresto


20 maggio 2011 ore 15:56   di Liz  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 334 persone  -  Visualizzazioni: 545

Don Riccardo Seppia ha paura: minacciato dagli altri detenuti del carcere di Marassi, nonostante sia costantemente sotto stretta sorveglianza, ha chiesto di essere trasferito in un’altra prigione. La sua richiesta è stata accettata e già nel pomeriggio dovrebbe essere portato in una struttura fuori Genova, forse a Sanremo.
Intanto ieri è stato arrestato anche il 41enne Emanuele Alfano, con l’accusa di induzione alla prostituzione continuata e favoreggiamento. Tra pochi giorni sarebbe dovuto partire per una crociera nel Mediterraneo su una nave della Msc, dove avrebbe lavorato come croupier. Alfano è l’ex seminarista, amico di don Riccardo, che avrebbe trovato e procurato al prete le giovani vittime. Oggi è stato sottoposto ad un interrogatorio durato ben cinque ore.

Le indagini stanno puntando ora anche su un pusher nordafricano residente a Milano, Franky, a cui don Seppia si rivolgeva per ottenere bambini e droga. Vari colloqui tra i due sono emersi nelle intercettazioni telefoniche. “Puoi trovare qualche madre con un bambino, una donna che ha bisogno di coca?” A Milano, secondo quanto hanno scoperto gli inquirenti, il parroco si recava spesso, per frequentare palestre, saune, discoteche, per recuperare droga, e anche per incontrare ragazzi. Proprio un 17enne milanese di origini slave ha confessato le accuse mosse a don Seppia: “Sì, ho avuto rapporti sessuali con don Riccardo in cambio di cocaina”.


Il Corriere della Sera ha riportato come il parroco fosse diventato una sorta di “divertimento” per i ragazzi di Sestri Ponente. Lo cercavano di notte nelle discoteche, nei vari locali, dopo averlo scoperto per caso a ballare e “strusciarsi” con i suoi “amici”. Per lui avevano coniato anche un soprannome maligno, “don Ricchiardo”.

Il cardinale Bagnasco, visibilmente commosso, durante un’omelia alla Madonna della Guardia di Genova, ha invocato “il coraggio della verità”. “Il nostro dolore”, ha detto ribadendo l’estraneità della Chiesa a quanto accaduto, “è tanto più sconvolgente in quanto improvviso, perché niente lo faceva presagire ai nostri occhi”. Non ha mai citato il nome di don Seppia, chiamandolo semplicemente “il nostro confratello”, e ha sottolineato come questa vicenda, se si dimostrerà vera, “sfigura la bellezza dell’anima, scandalizza le anime e ferisce il volto della Chiesa”.

Articolo scritto da Liz - Vota questo autore su Facebook:
Liz, autore dell'articolo Don Seppia Chiede Il Trasferimento, Intanto Un Altro Arresto
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • alessio di bened..
    #1 alessio di bened..

E SI' PERCHE IL VATICANO VIETA ASSOLUTAMENTE L'USO DEL PRESERVATIVO. Per questo motivo e per gli abusi sessuali sui minori e la condizione di schiavitù dei fedenti, iddioti e credini è scattata in Germania la denuncia internazionale a carico di Ratzinger per crimini contro l'umanità in basa all'art. 7 del Trattato di Roma del 1.7.2002: All?attenzione del Procuratore Capo della Corte Penale Internazionale Dr. Luis Moreno Ocampo Maanweg, 174 NL-2516 AB L?Aia 14 febbraio 2011 Denuncia penale contro Dr. Joseph Ratzinger, papa della chiesa cattolica romana per crimini contro l?umanità in base all?art. 7 dello Statuto della CPI (Codice Penale Internazionale) Così scriveva il Corriere della Sera il 17 marzo 2009, a proposito del viaggio di Ratzinger in Africa: «Già durante il volo, il Papa ha parlato dell?epidemia di Aids nel continente africano: ?Non si può superare con la distribuzione dei preservativi che, anzi aumentano i problemi? ha dichiarato il pontefice. Benedetto XVI ha indicato come unica strada efficace quella di un rinnovo spirituale e umano nella sessualità» . L?indignazione a livello internazionale, eccetto che in Italia, principato della Santa Sede, è stata unanime. Addirittura Berlusconi, il grande sviolinatore dell?Orchestra Vaticana, ha commentato: ?Ciascuno svolge la sua missione ed è coerente con il suo ruolo? . Abbiamo sentito bene? Ha detto: È la sua missione? Quale, quella di sterminare le popolazioni del terzo mondo? LA RELIGIONE CHE UCCIDE ? COME LA CHIESA DEVIA IL DESTINO DELL?UMANITA? http://alessiodibenedetto.jimdo.com/novi ta-2010/

Inserito 23 maggio 2011 ore 03:17
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione