Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Ecco Perché Il Governo Monti Non Sarà Duraturo


26 novembre 2011 ore 23:07   di Ciuffo79  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 369 persone  -  Visualizzazioni: 520

Il governo Monti sembrava partito sotto i migliori auspici. Almeno questo è quanto emergeva dall’entusiasmo che ha contraddistinto la nascita di un esecutivo voluto fortemente dal Presidente della Repubblica Napolitano e sostenuto a gran voce anche da buona parte delle forze politiche, considerando poi la grandissima maggioranza attualmente a suo sostegno.
Una sorta di plebiscito è infatti apparsa la votazione di fiducia alla Camera ad al Senato che ha visto al Lega Nord unico forte oppositore.

Tuttavia le recenti notizie di natura economica e i movimenti dei partiti politici inducono a pensare che il nuovo governo durerà presumibilmente solo qualche mese. Dato evidenziabile a causa delle limpide contraddizioni e le diverse ragioni che hanno portato alla nascita di questo strano quanto autorevole esecutivo.


Proviamo a valutarle nel dettaglio seppur in estrema sintesi.
Monti è personaggio sicuramente molto ben visto in Europa data la stima ottenuta durante la sua pluriennale esperienza come Commissario Europeo.
Tuttavia il governo poggia sostanzialmente sulla forza di due schieramenti politici contrapposti: il Pdl di Alfano e Berlusconi e il Pd di Bersani, con l’ulteriore sostegno del nuovo centro, ossia Fli e Udc più spiccioli (con l’Italia dei Valori di Di Pietro che pur sostenendo Monti ha sempre mostrato maggior prudenza).

Ecco Perché Il Governo Monti Non Sarà Duraturo

Alla nascita del governo si intravedeva un notevole ed immediato miglioramento del famigerato Spread che si riteneva scendesse di circa 200 punti solo grazie alle dimissioni di Berlusconi, la cui credibilità è evidentemente venuta meno (a detta dei critici) negli ultimi anni, anche a livello internazionale, danneggiando la sensazione di affidabilità dell’Italia.

Tuttavia ciò non si è verificato (lo spread è infatti fermo attorno a quota 500 punti) nonostante gli sforzi di Monti di ripristinare un’alleanza forte (o almeno presunta tale) con Germania e Francia. Lo spread infatti dopo una lieve flessione è tornato sui livelli delle ultime settimane di governo Berlusconi.

Il Pdl si è già mosso avviando proprio da questo aspetto la propria campagna elettorale, dimostrando con questi dati che la credibilità del governo Berlusconi, dal punto di vista dei mercati, non era affatto inferiore a quella avuta in queste settimane dal premier Monti.
Fatto che, già di per se stesso, agli occhi dell’opinione pubblica vuol in qualche modo diminuire la responsabilità del governo uscente nell’esplosione della crisi, se non altro eliminando la personalizzazione dei problemi dell’economia.

Una dimostrazione? Alfano, segretario del Pdl sostenendo che l’equazione “Berlusconi uguale spread elevato” era “un’imbecillità” ha affermato che “Spiace che tutti quegli scienziati dell'economia, statisti della domenica, oroscopisti che avevano previsto che il giorno delle dimissioni di Berlusconi lo Spread sarebbe calato di 200 punti e magnifiche sorti avrebbero atteso l'Italia, non abbiano ora sentito il dovere di chiedere scusa a Berlusconi”.

Primo passo di un’evidente distanza presa da Monti, finora dimostratosi fiducioso del ribasso dello spread a seguito del cambio di guida del Paese.

Inoltre, il Pdl ha fatto sapere che sulla reintroduzione dell’Ici sulla prima casa sarà necessario valutare bene le scelte del governo, facendo chiaramente capire che si porrà in una prospettiva critica nei confronti delle soluzioni avanzate. Secondo step che induce al pessimismo circa la forza dell’esecutivo Monti.

Infine, il Pd: non sarà semplice ovviamente sostenere un governo che avrà assoluta necessità di tenere a freno l’irruenza del Pdl, se non altro per una questione di numeri.
E proporsi al proprio elettorato con soluzioni appoggiate dal centrodestra (ed eventualmente votate in parlamento) certo non faranno bene all’elettorato di centrosinistra, che già mormora per le manovre correttive che vedono le pensioni al centro delle discussioni.

Quale futuro allora per il governo Monti? Pare che i mercati stiano virando verso la distruzione dell’Euro, elemento che induce a pensare che le mosse del governo italiano finalizzate a ripristinare l’autorevolezza dell’Italia in Europa, mal si concilino con il trend generale, dato che anche Francia e Germania presto saranno nell’occhio del ciclone.

Insomma, il governo Monti è nato allo scopo di guidare il Paese nella crisi, ma col passare dei giorni sembra che esso rischi di costituire soltanto un giustificato motivo per dimostrare che le elezioni, e quindi la rinascita di un governo forte e ben delineato, siano essenziali e quindi prossime.

Che sia un governo autorevole nato nel momento sbagliato?

Articolo scritto da Ciuffo79 - Vota questo autore su Facebook:
Ciuffo79, autore dell'articolo Ecco Perché Il Governo Monti Non Sarà Duraturo
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 

il governo Monti ha essenzialmente tre funzioni: 1. deve tranquillizzare i mercati applicando alcune riforme strutturali 2.deve tranquillizzare la persone comuni, mostrando finalmente competenza e praticità nell'affrontare i problemi economici dell' Italia 3.deve assumersi le responsabilità di alcuni provvedimenti necessari ma impopolari che il governo precedente non è stato in grado di fare. Pertanto il parlamento appoggerà le misure di Monti perchè non esiste una reale alternativa di lungo periodo. Se qualcuno farà cadere questo governo i mercati reagiranno malissimo e chi lo farà cadere sarà responsabile agli occhi dell'elettorato. Vedrai che tutti i politici faranno finta di opporsi a questa o a quella misura ma poi voteranno a favore. E' il solito teatrino. (per loro è certamente meglio che andare a lavorare)

Inserito 27 novembre 2011 ore 09:55
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione