Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Felicità Assicurata Per Legge


5 giugno 2011 ore 13:21   di inspired  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 859 persone  -  Visualizzazioni: 1387

Solo un Paese, il Bhutan, ha stabilito per legge che la felicità dei propri cittadini vale di più del prodotto interno lordo. Nel 1974 il diciottenne Jigme Singye Wangchuck, succedendo al padre, divenne il re più giovane del mondo e fece una solenne promessa: “Sarò felice se i bhutanesi saranno felici. Non credo ci sia altro che un re possa desiderare”. E così fu.

Più che al prodotto interno lordo, il piccolo regno himalayano pensa al “prodotto di felicità individuale” organizzando un censimento biennale. I cittadini hanno scuola e sanità gratuite ed ogni due anni si vedono recapitare un modulo composto da 70 pagine di domande che riguardano, per esempio, quante volte un bhutanese ha perso il sonno, di quali forme di stress soffre o se ha fatto ricorso al medico.


Il mondo guarda stupito questo piccolo Paese asiatico ma affiorano le prime nazioni occidentali che pensano di poterne imitare la politica. Tra queste l’Inghilterra che, secondo una dichiarazione del premier Cameron, si avvia a misurare la felicità dei cittadini inglesi attraverso il “General Wellbeing “ (Benessere Generale). Ma una legge ancora non esiste ed il Bhutan resta l’unica nazione al mondo a considerare la felicità dei propri cittadini al primo posto nella scala dei propri valori.

Attendiamo fiduciosi che anche l’Italia si muova in questo senso. In un periodo in cui si parla tanto di riforme costituzionali si potrebbe, per esempio, modificare l’art. 1 della Costituzione come segue: “L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sulla felicità dei propri cittadini”.

Felicità Assicurata Per Legge

Articolo scritto da inspired - Vota questo autore su Facebook:
inspired, autore dell'articolo Felicità Assicurata Per Legge
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • Iome
    #1 Iome

Già, modificare la Costituzione, soprattutto perchè leggere che è fondata sul lavoro (precario, in nero o sottopagato) fa un sacco ridere!

Inserito 9 giugno 2011 ore 11:51
 

Siamo in sintonia :-).

Inserito 9 giugno 2011 ore 18:28
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione