Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Giallo Di Avetrana: Michele Misseri Si Accusa Di Nuovo


8 giugno 2011 ore 16:07   di stefanowrite  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 459 persone  -  Visualizzazioni: 745

Ancora non cessano i colpi di scena nel giallo di Avetrana. Dopo l'ordine di custodia cautelare per Cosima Serrano e la scarcerazione di Michele Misseri, quest'ultimo, una volta tornato in libertà ha pensato bene come prima cosa di accusarsi di nuovo. E' lui l'assassino, secondo le sue stesse parole. E lo dice ricostruendo ancora una volta l'accaduto. Dunque, se non avessimo seguito sin dall'inizio l'intera vicenda, avremmo certamente dato dei folli al GIP e alla Procura di Taranto. Invece, non a caso la scarcerazione di Michele Misseri è avvenuta in concomitanza con l'arresto di sua Moglie Cosima. Infatti, secondo gli inquirenti, "Zio Michele" non ha commesso l'omicidio di sua nipote Sarah Scazzi, ma è stato solo costretto a nasconderne il corpo.

A questa conclusione sono giunti per il momento gli investigatori e, a quanto pare, anche il Gip Rosati visto e considerato che la motivazione con cui ha disposto la custodia cautelare di Cosima Serrano muove i passi dalla ricostruzione di cui sopra. In particolare, secondo la Procura di Taranto, Cosima avrebbe concorso moralmente con la figlia Sabrina, vero e unico autore materiale dell'assassinio. Ciò in quanto, pur presente al momento dell'uccisione di Sarah, Cosima nulla ha fatto per impedire l'evento. Occorre precisare che il concorso morale è una forma di cooperazione nel reato per effetto del quale, anche se non si commette materialmente il delitto, tuttavia lo si incoraggia, o quanto meno si decide scientemente di non intervenire nel momento in cui si assiste alla sua consumazione, avallandone quindi implicitamente l'esecuzione.


Sta di fatto che Sabrina accecata dalla gelosia (anche se questo movente non convince del tutto), avrebbe attirato Sarah nel garage di casa Misseri, e li con una cintura l'avrebbe strangolata sotto gli occhi compiacenti della madre Cosima. Dopo l'omicidio mamma e figlia avrebbero poi costretto Michele Misseri a caricare il corpo sull'auto e ad occultarlo nel pozzo ubicato sul terreno della stessa famiglia Misseri. Naturalmente, questa è la ricostruzione dell'accusa. In ogni caso, Michele Misseri una volta uscito dal carcere è tornato ad autoaccusarsi. Quindi, dopo essersi proclamato colpevole non appena arrestato, ha in sequenza chiamato in correità la figlia Sabrina, per poi indicarla come unica colpevole. Di lì in poi alcune lettere scritte in carcere con cui ritrattava queste dicharazioni. Ed ora, non appena liberato, la nuova autoaccusa. Perchè?

Secondo i più maliziosi la chiamata in correità della figlia sarebbe stata una precisa strategia imposta dalla difesa di Michele Misseri e segnatamente dall'ex legale Avv. Galloppa e dalla consulente Criminologa Dott.sssa Bruzzone. Chiaramente queste allusioni hanno fatto saltare su tutte le furie il collegio difensivo di Michele Misseri che ha prontamente minacciato esposti e querele. In realtà, non appare credibile che seri e stimati professionisti del calibro della Dott.ssa Bruzzone possano aver cospirato contro Sabrina per ottenere la scarcerazione di Michele Misseri. E i primi a non credere a queste dinamiche sono proprio i colleghi difensori delle altre parti, che forse per la prima volta concordano su qualcosa. Invero, con l'arresto di Cosima Serrano entra in scena un nuovo collegio difensivo che contribuirà soltanto a mischiare ulteriormente le carte anche se per il momento non intende additare alcuna responsabilità agli altri componenti della famiglia, ma attendere solo gli sviluppi delle indagini, essendo compito dell'accuisa dimostrare il coinvolgimento di Cosima Serrano. Quest' ultima, secondo molti, ha certamente partecipato a qualche fase del delitto, ma gli indizi che hanno portato al suo arresto sembrano più sorretti da logica pura che non da elementi concreti e giuridicamente rilevanti. Giallo Di Avetrana: Michele Misseri Si Accusa Di Nuovo

E allora perchè Michele Misseri ha cambiato più volte versione? Probabilmente la risposta sta nella pressione e nello stato di soggezione che le donne di famiglia incutono su Zio Michele. Secondo altri è solo un povero padre che cerca di evitare alla figlia il carcere a vita. Secondo altri ancora, ma questa versione appare davvero poco credibile, Michele Misseri stava bene in carcere e sta facendo di tutto per tornarci. Perchè a casa non era nessuno, perchè era maltrattato, non poteva mangiare e dormire come gli altri. Cosima lo cacciava dal letto perchè russava. In carcere invece ha trovato una vita normale. Egli stesso ha dichiarato che non è stato lui a volere la scarcerazione, che lui è colpevole. Ma le sue nuove versioni offerte in recenti interviste non appena uscito dal carcere, non convincono assolutamente. E questo GIP e PM lo sanno bene, ed è per questo che ne hanno ordinato la liberazione. Per la verità bisognerà ancora aspettare..e probabilmente ancora molto tempo. L'unica cosa certa finora è che è stato uno di loro. Ma chi?

Articolo scritto da stefanowrite - Vota questo autore su Facebook:
stefanowrite, autore dell'articolo Giallo Di Avetrana: Michele Misseri Si Accusa Di Nuovo
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione