Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Giallo Di Via Poma: Un Cadavere E Troppi Misteri


20 marzo 2010 ore 16:59   di mamifelix  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 275 persone  -  Visualizzazioni: 586

Sono passati ormai venti anni da quel fatidico 7 agosto 1990 quando una bella ragazza romana, Simonetta Cesaroni, è stata rinvenuta morta nell'ufficio dove lavorava come segretaria.

La giovane era mezzo nuda e presentava i segni di numerose coltellate, nonchè una ferita sopra il capezzolo sinistro, provocata da un morso. Venti anni di misteri, venti anni di accuse lanciate nel vuoto, venti anni di niente. Questa povera ragazza non è stata uccisa solo una volta, ma più e più volte grazie all'incompetenza di chi condusse le indagini allora. Uno dei maggiori sospettati fu allora, e continuò ad esserlo per tutti questi anni, il portiere del palazzo di via Poma dove la Cesaroni lavorava: Pietro Vanacore.


Secondo la ricostruzione dei fatti la ragazza è stata uccisa tra le 17.30 e le 18.30: i portieri dello stabile testimoniarono di essere rimasti nel cortile per tutto il pomeriggio del 7 agosto, dalle 16.00 alle 20.00.

Tutt tranne Vanacore: c'è uno scontrino sospetto che attesta che il signor Vanacore ha acquistato un frullino dal ferramenta alle 17.25. Inoltre Vanacore testimonia di essere andato nell'abitazione dell'architetto Valle, al quale prestava assistenza, alle 22.30, ma il signor Valle affermerà che erano le 23.00. Questa mezz'ora di intervallo porta gli inquirenti a sospettare del portiere. Inoltre vengono trovate macchie di sangue su dei pantaloni di Vanacore. Secondo gli inquirenti questa è l'unica soluzione possibile del caso, visto che nessun estraneo è sato visto entrare.

Giallo Di Via Poma: Un Cadavere E Troppi Misteri

Pietrino Vanacore viene così arrestato e passa ventisei giorni in carcere, per essere poi scarcerato e scagionato, dal momento che il sangue rinvenuto nei suoi pantaloni era dello stesso Vanacore e, inoltre, la scena del crimine è stata accuratamente ripulita dal sangue, quindi l'assassino per forza si è sporcato gli abiti con il sangue di Simonetta. Pietrino indossa gli stessi indumenti per alcuni giorni di seguito e quelli risultano puliti. Scagionato certo, ma i dubbi sul suo conto sono rimasti, fino a che il 9 marzo 2010 è stato trovato morto suicida. Tre giorni prima del processo che si è aperto contro Raniero Busco, allora fidanzato di Simonetta, e dove avrebbe dovuto testimoniare.

A quanto pare, secondo le nuove perizie, l'arcata dentaria del Busco risulta essre compatibile con i segni del morso presente sul seno sinistro della Cesaroni. Inoltre ci sarebbero delle lacune sull'alibi di Busco per il primo pomeriggio del 7 agosto 1990: del so presunto alibi non esiste traccia scritta su alcun documento investigativo.....Nel 2005 dichiarò di aver trascorso quel pomeriggio nell'officina di un amici per la riparazione di un motorino, ma questo suo alibi non è stato confermato. Inoltre è stata riconsiderata una testimonianza della signora De Luca, moglie del portiere, che disse di aver visto uscire un uomo dallo stabile verso le 18.oo, il quale stringeva un fagotto sulla sinistra.

Insomma il mistero è rimasto irrisolto, anche se forse allora bisognava approfondire alcuni elementi che invece sono stati tralasciati. Per esempio l'alibi di Busco. Ora con il nuovo processo in corso anche Raniero Busco dice di non sopportare più il peso di queste accuse infamanti. Dunque speriamo che questa volta la giustizia possa definirsi tale e che questa povera ragazza trovi realmente e definitivamente la pace.

Articolo scritto da mamifelix - Vota questo autore su Facebook:
mamifelix, autore dell'articolo Giallo Di Via Poma: Un Cadavere E Troppi Misteri
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione