Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Gli Italiani? Sono Dei Ratti Che Ci Rubano Il Lavoro! Pubblicità Shock In Canton Ticino


29 settembre 2010 ore 12:00   di KungFuGirl  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 792 persone  -  Visualizzazioni: 1205

Sono passati quasi vent’anni da quando Umberto Tozzi cantò “Gli altri siamo noi” ed ecco che, fatalmente, la canzone si rivela profetica: gli italiani, cui spesso sono state propinate notizie - soprattutto negli ultimi tempi, veicolate dalla grave crisi economica – secondo le quali gli immigrati sarebbero tutti o quasi dei malviventi, propensi a stupri, furti e rapine, o, nei migliori dei casi, dei “ruba-lavoro”, sono divenuti loro stessi malfattori.

Questo, almeno, stando ad alcuni cartelloni pubblicitari che sono comparsi nel vicino Canton Ticino, area della Confederazione Elvetica storicamente da sempre interessata dal fenomeno del frontalierato. Ecco dunque che da ieri mattina il Canton Ticino è raffigurato come una grossa forma di formaggio, depredato da tre grossi ratti: Fabrizio il piastrellista frontaliere di Verbania; l’avvocato lombardo Giulio che, con uno scudo raffigurante tre monti (Giulio + Tre monti… vi ricorda nulla?) respinge il Franco Svizzero; il ladro romeno Bogdan, con maglietta dell’Europa Unita e mascherina azzurra in faccia, anzi sul muso.


Poco importa che a disegnare il cartellone pubblicitario razzista sia stato il figlio di due emigranti calabresi: lui, che si rifiuta categoricamente di rivelare il nome del committente della campagna shock che sta scuotendo l’Europa, asserisce di non essere assolutamente razzista e di essersi limitato ad eseguire il compito per il quale viene pagato. Il cliente gli aveva chiesto un messaggio forte e, a giudicare dalle reazioni, il suo compito è stato eseguito egregiamente.
Nel Canton Ticino si stima vi siano 45 mila lavoratori frontalieri, a fronte di trecento mila residenti; il 20% della popolazione è straniera e proprio gli stranieri costituiscono il 60% circa della popolazione carceraria.
A fronte di questi dati c’è chi, come gli esponenti politici dell’UDC – che in Svizzera ha il 30 per cento dei consensi, risultando quindi il primo partito della Confederazione – da anni vanno predicando la necessità di mettere un freno ai frontalieri, di riservare l’occupazione alla popolazione svizzera, di dire no ai delinquenti degli altri Paesi e no ad una regolamentazione bancaria che non li tutela. E questi sono anche toni pacati, soprattutto rispetto a quelli espressi dalla destra più estrema. Eppure i vari politici negano categoricamente di essere i committenti della campagna pubblicitaria, pur condividendone il messaggio.

Una bella batosta, non c’è che dire, soprattutto per quegli italiani ormai avvezzi a considerare i nordafricani tutti stupratori, le ragazze dell’Est Europa tutte prostitute, i Romeni tutti ladri e via di seguito. Italiani che provano, ora, quanto sia amaro ingoiare il rospo quando “gli altri siamo noi”.
Gli Italiani? Sono Dei Ratti Che Ci Rubano Il Lavoro! Pubblicità Shock In Canton Ticino

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Gli Italiani? Sono Dei Ratti Che Ci Rubano Il Lavoro! Pubblicità Shock In Canton Ticino
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • Er Truce
    #1 Er Truce

Aò, ma se noi semo ratti, gli svizzeri che sò?

Inserito 29 settembre 2010 ore 14:59
 

Er Truce, che dire? In Svizzera con la pubblicità ci van giù pesante... Ricordo che qualche tempo fa era stata fatta una campagna pubblicitaria - sempre contro gli immigrati - che ritraeva un indiano d'America e la scritta diceva press'a poco "Loro non hanno saputo opporsi all'immigrazione, adesso vivono nelle riserve"...

Inserito 30 settembre 2010 ore 21:50
 
  • er bernasconi
    #3 er bernasconi

Triste vedere come tutto il mondo è paese e come si passa dell'essere vessatori ad essere vessati! Tutto parte dalla paura della povertà!

Inserito 2 ottobre 2010 ore 09:03
 

Er Bernasconi, sarò ottimista, eh, ma non credo che la povertà si sconfigga accusandoci a vicenda di rubarci il lavoro. Certo, se ci fossero regole più chiare per le assunzioni e se quelle regole venissero rispettate da tutti penso ci sarebbero meno problemi e più rispetto umano.

Inserito 4 ottobre 2010 ore 16:12
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione