Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Gli Sms Della Tommasi A Berlusconi. Da 'un Bacio Grande' A 'spero Che Crepi'


9 febbraio 2011 ore 11:31   di andresilver  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 518 persone  -  Visualizzazioni: 734

Secondo le intercettazioni, ammontano a quota sedici i messaggi ricevuti dal premier tra la parte finale di dicembre e metà gennaio, senza risposta da parte del presidente del consiglio Silvio Berlusconi. Sono stati proprio questi sms che hanno orientato i pm nel sospetto di un intreccio tra il caso Ruby e un'indagine su un traffico di banconote false e prostituzione in quel di Napoli. Indagine dove si trova iscritto nel registro dei PM il nome di Sara Tommasi come persona informata sui fatti.

"Non è detto che ci sia qualcosa collegato alle indagini di Milano", ha dichiarato il procuratore capo Giovandomenico Lepore anche se a onor del vero in mattinata la Procura di Napoli ha ordinato una perquisizione proprio nell'abitazione della show girl per trovare qualche elemento utile alle indagini.


Nelle intercettazioni tra il Premier e la Tommasi, spuntano fuori molteplici sms che si alternano tra messaggi affettuosi e alcuni irritati, addirittura offensivi da parte della showgirl.
"Amore, ti ho mandato un pensiero da Licia. Spero tu kapisca questa volta", "Amore perdonami, ho visto solo ora la tua chiamata. Ultimamente ho problemi con la linea telefonica. Se posso fare qualcosa. Un bacio grande", "Mi sei mancato tanto, spero che tu mi possa richiamare presto. Ti amo ancora, sai, Lady X", "Silvio vergognati! Mi hai fatto ammalare, paga i conti dello psicologo", "Spero ke krepi kon le tue troie".

Il tutto mentre Palazzo Chigi smentisce fermamente l'utilizzo di auto della scorta del premier, per usi privati dello stesso, vicenda cui si orientano altre indagini poichè frutto di un'intercettazione. Il 9 settembre, infatti, due uomini avrebbero notato sotto casa della Tommasi "due macchine con le guardie del corpo di Berlusconi" con a bordo la showgirl.
Pronta la replica di Palazzo Chigi: "Mai nessuna auto del presidente del Consiglio né del suo apparato di sicurezza si è recata a casa di chicchessia, tanto meno di Sara Tommasi. Il giorno 9 settembre 2010, il presidente del Consiglio è stato impegnato dalla mattina presto fino alle ore 16, in numerosi e consecutivi appuntamenti. In seguito, alle 16.30, è decollato per Milano; dall'aeroporto di Linate si è recato direttamente all'ospedale San Raffaele. Ancora una volta - conclude la nota - si fanno circolare notizie incontrollate e assurde al solo scopo di diffamare il presidente del Consiglio".

Gli Sms Della Tommasi A Berlusconi. Da 'un Bacio Grande' A 'spero Che Crepi'

Articolo scritto da andresilver - Vota questo autore su Facebook:
andresilver, autore dell'articolo Gli Sms Della Tommasi A Berlusconi. Da 'un Bacio Grande' A 'spero Che Crepi'
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 

Tra un pò non sanno più cosa inventarsi...giornalisti ridicoli, magistratura ridiola, opposizione indefinibile...Non vorrei che alla fine il Berlusca abbia ragione!

Inserito 9 febbraio 2011 ore 11:37
 

Il problema fondamentale è che il paese versa in condizioni disastrose e la nostra politica è ferma da mesi per occuparsi di vicende private (a ragione o torto) dei nostri politici..

Inserito 9 febbraio 2011 ore 11:41
 

Meglio una politica forma ( ma lo affermi tu) che una politica che fa danni. Tra i due mali, sempre meglio quello minore. Il problema sta nel fatto che una persona prima la si giudicata in tribunale, con una sentenza, e poi prove alla mano, si pubblicano i reati che ha commesso. In una giustizia coerente funziona così.

Inserito 9 febbraio 2011 ore 12:15
 

Non mi esprimo sull'iter giudiziario perché a mio avviso è una perdita di tempo e non voglio neanche scatenare dibattiti politici. Dico solamente, senza distinzioni, che l'assenza di dignità in un paese come il nostro è ormai un male diffuso. Questa è la mia opinione.

Inserito 9 febbraio 2011 ore 12:18
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione