Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Grindr: Incontri Gay, Social Network, Geolocalizzazione E Tanti Dubbi


10 agosto 2011 ore 09:13   di DavidBukkia  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 598 persone  -  Visualizzazioni: 1136

Si chiama Grindr, si legge Grinder (grainder) e vuol dire “macina” o “tritatutto”.Non stiamo parlando di uno strumento da cucina ma di una App abbastanza popolare che sfrutta i moderni sistemi di “social network” e “geolocalizzazione”.
Cosa fa Grindr?
Semplice: è dedicata esclusivamente ai gay maschi e permette loro di “localizzarsi” con precisione all’interno delle città.

Basta iscriversi, aprire l’App e, attraverso un sistema simile ad una chat, verranno visualizzati gli altri utenti nelle vicinanze ed in cerca di una relazione.
Geolocalizzazione molto precisa, quasi al millimetro, garantiscono gli utenti.
Il sistema ha talmente successo che il suo creatore, Joel Simkay, ha deciso di estendere l’esperienza anche agli/alle etero con una App che dovrebbe avere il nome “Amicus”, in uscita nei prossimi mesi.
Il programma sfrutta il “cross platform”, nel senso che è disponibile per Android, iPhone e Bberry, integrando i database e non rimanendo dedicata e chiusa ai singoli sistemi operativi: è quindi possibile per un utente iPhone visualizzare gli uteni Android e viceversa, sembra scontato ma in realtà è un tipo di incrocio molto raro e poco riscontrabile nelle Apps.


Nonostante Grindr sia un software di successo, diffuso e sempre in espansione, porta intrinsecamente a pensare ad alcuni aspetti della faccenda.
Il Geosocial infatti sembrerebbe diffondersi, in maniera maggiore, in aree e paesi con un indice alto di intolleranza verso gli omosessuali e, purtroppo, nella Top Ten c’è anche l’Italia.
La rinuncia alla propria Privacy e sicurezza espone gli utenti ad essere localizzati da gruppi di omofobi che possono facilmente identificare le loro vittime ed agire “a colpo sicuro”, un rovescio della medaglia che porta nuovamente a pensare come la ghettizzazione, l’ignoranza e la discriminazione siano ancora ben radicate nella società moderna.
Infine le differenze tra Grindr ed il suo successore etero Amicus offorno davvero una panoramica sull’abisso di parità civile che intercorre tra i due gruppi di orientamento sessuale diverso: mentre Grindr, il cui nome è già abbastanza grottesco, è focalizzato su incontri di natura principalmente sessuale; Amicus porterà una serie di implementazioni di tipo relazionali, come poter specificare le proprie passioni, i propri interessi, le caratteristiche che un partner dovrebbe avere etc...

Grindr: Incontri Gay, Social Network, Geolocalizzazione E Tanti Dubbi

Un altro esempio quindi di come, tuttora, l’intolleranza riesca a procrastinare quella clandestinità tipica del secolo scorso, quella fatta di cinema squallidi ed incontri rapidi e fini a se stessi, in quanto non era concesso spazio all’espressione libera della propria sessualità.
Insomma, a Giugno 2011 è stata sfondata la soglia dei 2 milioni di utenti, distribuiti in 192 paesi ma, a parte il sicuro successo dell’App, siamo sicuri che sia anche un successo della nostra civiltà?

Articolo scritto da DavidBukkia - Vota questo autore su Facebook:
DavidBukkia, autore dell'articolo Grindr: Incontri Gay, Social Network, Geolocalizzazione E Tanti Dubbi
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione