Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Ieri Giornata Mondiale Sulla Sindrome Di Down: La Nascita Di Un Figlio Disabile


22 marzo 2012 ore 14:02   di Giada  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 377 persone  -  Visualizzazioni: 638

Era una data importante quella di ieri, 21 marzo 2012. Si è infatti celebrata la Giornata Mondiale sulla Sindrome di Down. Con questo evento si é promossa la necessità di informare e sensibilizzare l’opinione pubblica. La data, il 21 marzo, non è da considerarsi una scelta casuale: il 21 è il numero della coppia cromosomica che caratterizza la sindrome di Down. Su tutto il territorio nazionale sono state organizzate attivitá importanti che hanno fatto sentire i genitori di questi ragazzi piú uniti e meno soli.

L'AIAS di Bolzano ha organizzato diversi appuntamenti dedicati alle persone con Sindrome di Down. Ieri dalle 16.30 alle 18.30, presso la biblioteca AIAS, si è assistito a un incontro di ascolto e scambio di esperienze di genitori e familiari di portatori di handicap.


A Roma, l’ Associazione Italiana Persone Down, ha organizzato per la giornata di ieri una serata tearale di canti e balli intitolata"Canta che… ti passa". Gli spettatori sono stati così coivolti e sensibilizzati su temi integrazione sociale . In generale si é parlato molto di come aiutare concretamente i genitori dei bambini portatori di handicap.

La nascita di un figlio è sempre un momento delicato che sconvolge gli equilibri della coppia e mette a dura prova i neogenitori. Sebbene si tratti di un arrivo spesso previsto e sperato, si è comunque consapevoli della portata del cambiamento. L’arrivo di un bambino richiede necessariamente una revisione del rapporto di coppia. Quando il bambino che nasce è disabile, i genitori si trovano a dover far fronte ad una situazione drammatica e tutt’altro che semplice. Tutte le loro aspettative sull’arrivo di un figlio e sulla realizzazione del suo futuro si scontrano con una realtà amara, fatta di frustrazioni, diagnosi infauste, paure e angosce. Nessun genitore sceglie di avere un figlio disabile, è un ruolo che la persona si trova a dover accettare. La nascita di un bambino portatore di handicap porta inevitabilmente alla creazione di una nuova realtà familiare. Niente potrà piú essere come prima. L'idea che il figlio non sarà mai come tutti gli altri genera sensi di colpa e una sensazione di inadeguatezza.

Per fortuna, oggi rispetto al passato, le famiglie non vengono lasciate sole nel loro compito educativo. In Italia esistono oltre 200 strutture assistenziali e residenziali per bambini e ragazzi portatori di handicap. La scuola, i medici, le associazioni di volontariato offrono poi un ulteriore supporto. I genitori, con l’aiuto delle strutture, possono fare tanto per aiutare i propri figli a sviluppare un certo livello di autonomia e una qualità di vita migliore. I centri diurni offrono interventi educativi ed assistenziali per promuovere la socializzazione dei partecipanti, il recupero, il mantenimento e lo sviluppo delle abilità. Presso i servizi sociali delle singole città è possibile richiedere l'intervento di specialisti e psicologi, per seguire il bambino e per dare sostegno alle famiglie nei momenti di maggiore difficoltà.

Certo è che rapportarsi con un bambino disabile richiede tanta energia e pazienza. Condividere i propri stati d'animo con altri genitori che stanno vivendo la stessa esperienza, consente di liberare le proprie emozioni e i propri stati d’animo.

In questi giorni, possiamo trovare nelle librerie di tutta Italia un libro che affronta senza peli sulla lingua che cosa vuol dire essere padre di un bambino disabile. Si tratta di un capolavoro di Massimiliano Verga, che con il suo testo dal titolo "Zigulí" racconta le vicende di Moreno, un bambino con un grave ritardo mentale. Il libro si rivolge a tutti, non solo ai genitori che come lui si trovano ad affontare la cruda realtà di vedere il proprio figlio diverso dagli altri, ma a tutte le persone che vogliono saperne di piú.

Articolo scritto da Giada - Vota questo autore su Facebook:
Giada, autore dell'articolo Ieri Giornata Mondiale Sulla Sindrome Di Down: La Nascita Di Un Figlio Disabile
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione