Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Caravaggio " Torna " A Casa


23 giugno 2010 ore 14:56   di staros  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 379 persone  -  Visualizzazioni: 562

Dopo 400 anni Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, torna a casa. I suoi resti infatti sabato prossimo saranno riportati a Caravaggio, la cittadina nel bergamasco alla quale si deve il suo soprannome.

La teca con le ossa del grandissimo pittore, nato a Milano nel settembre del 1571, sarà esposta nella sala consiliare del municipio fino a lunedì. Poi i sui resti faranno ritorno, definitivamente, a Porto Ercole, in Toscana, dove l'artista morì a soli 39 anni. Le spoglie del Caravaggio erano situate nella cripta della Chiesa del Cimitero di Porto Ercoleglie


Le ossa del Caravaggio attualmente si trovano a Ravenna dove la settimana scorsa è stato annunciato il loro ritrovamento.

Ma, a quanto pare, non c'è pace per le ossa di Michelangelo Merisi. Il Comune di Caravaggio, come ha fatto intendere il sindaco Giuseppe Prevedini, sta valutando insieme a quello di Monte Argentario (di cui fa parte Porto Ercole) la possibilità che un frammento rimanga nel bergamasco dove potrebbe essere esposto.

Il Caravaggio   Torna   A Casa

Ed anche il sindaco di Milano, Letizia Moratti, aveva rivendicato quel che resta dell' artista. Di fronte alle spoglie, attribuibili all'85% all'artista, ( al risultato si è arrivati mettendo insieme gli esiti di indagini storiografiche e di biologia scheletrica, nonché dell'uso di tecnologie per l'accertamento dei metalli pesanti nelle ossa, di analisi dei sedimenti terrosi, della datazione con il carbonio quattordici, e per finire del DNA ) si rischia di  far scoppiare una vera e propria "guerra".

Il Caravaggio   Torna   A Casa

Frai suoi innumerevoli capolavori ricordiamo il David con la testa di Golia( Galeria Borghese,Roma ) il Bacco ( Museo degli Uffizi, Firenze), Deposizione nel sepolcro ( Musei Vaticani) e La Cattura di Cristo nell'orto alla National Galleryof Ireland di Dublino.

Articolo scritto da staros - Vota questo autore su Facebook:
staros, autore dell'articolo Il Caravaggio
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • Andrea
    #1 Andrea

Il Caravaggio è di Caravaggio e basta! Il suo DNA è quello dei caravaggini e non dei milanesi. Gli studiosi cerchino la verità sui documenti trafugati a Caravaggio al posto di dare in mano la notizia ad un impiegato studioso a tempo perso!!!! Vergogna. Il Caravaggio riposa e riposerà a Monte Argentario per sempre! Lui stesso si firmava nato a Caravaggio, i milanesi se ne facciano una ragione e lo lascino riposare in pace!!! Il Dio Denaro non ha proprio vergogna!!!!

Inserito 24 giugno 2010 ore 09:37
 

Sulla nascita del Caravaggio ci sono ancora dubbi. I genitori erano sicuramente di Caravaggio anche se pare sia stato battezzato a Milano. Scusami andrea ma non ho capito chi sarebbe l'impiegato studioso a tempo perso. Saluti

Inserito 24 giugno 2010 ore 12:11
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione