Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Dito Medio Di Bossi, Atto Secondo ( Il Video )


12 luglio 2011 ore 18:37   di Montalbano  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 337 persone  -  Visualizzazioni: 685

Qualcuno ricorderà il famoso dito medio col quale il leader della Lega, Umberto Bossi, ha salutato l'esecuzione di una canzone, "Bianco, Rosso e Verde", alla festa della Lega Nord di Besozzo. Un gesto col quale il celodurista di Gemonio intendeva evidentemente esplicitare il suo fastidio per qualsiasi cosa gli ricordi l'odiata nazione che, secondo lui e i suoi adepti, opprimerebbe il popolo padano. Se proprio volessimo ammettere che esiste un popolo padano.

Oggi, arriva la seconda puntata di quello che rischia di diventare un vero tormentone estivo. Il cantante in questione, Alessandro Pelagalli, un salentino trapiantato a Milano, ha infatti deciso di querelare Bossi per il gesto. La cosa divertente, ma non troppo, dell'intervista rilasciata dal cantante, è stata quando ha ricordato che dopo l'esecuzione del brano di cui si parla, gli è stato chiesto di suonare una tarantella. Perchè? Perchè il pubblico presente, era per tre quarti composto da meridionali che lavorano al Nord. E questo dovrebbe indurre a tristezza: perchè se nessuno tra i tanti meridionali presenti, ha avuto il coraggio di protestare per l'insulto evidente all'unità statale, vuol dire che stiamo messi proprio male.


L'altra cosa che colpisce, anche questa ricordata da Pelagalli, è che a fare il gestaccio in maniera così sguaiata e plateale sia un Ministro della Repubblica. Lo stesso che sputa in continuazione contro l'Italia e Roma ladrona, salvo poi presentarsi ogni mese alla cassa a ritirare il ricco appannaggio che le tasse dei cittadini italiani tutti, compresi quelli che lui insulta regolarmente, gli garantiscono. Ma a quanto pare, la tenuta della coalizione e la salvezza delle poltrone è ritenuta essenziale anche da quella parte del centrodestra che viene eletta sotto il Po, per cui possiamo essere sicuri che queste manifestazioni di disprezzo, continueranno ad essere accolte con bonarie alzate di spalle, da parte di chi invece, dovrebbe dire a Bossi che i suoi atteggiamenti non sono permessi. Per quanto ancora dovremo vedere il Sindaco di Roma e la Governatrice del Lazio, mangiare la pajata con i leghisti in risposta alle loro continue provocazioni?

Infine, non si può non notare con fastidio il continuo decadimento del livello di una classe politica di infimo livello. Se persone come Bossi e il suo sodale Calderoli possono inpunemente offendere tre quarti del paese, senza che nessuno nel centrodestra si premuri di chiederne le scuse e le dimissioni, vuol dire che in questo paese la cosiddetta classe dirigente è del tutto indegna. E non si venga a dire che la classe politica è lo specchio del paese, perchè con la legge porcata di Calderoli, il potere di scegliere i propri rappresentanti è stato sottratto ai cittadini e messo nelle mani dei segretari di partito. E questi sono i risultati.

Articolo scritto da Montalbano - Vota questo autore su Facebook:
Montalbano, autore dell'articolo Il Dito Medio Di Bossi, Atto Secondo ( Il Video )
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione