Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Dramma Dei Padri Separati Tra Povertà, Umiliazione, Rabbia E Solitudine


9 dicembre 2011 ore 17:24   di Ciuffo79  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 842 persone  -  Visualizzazioni: 1347

I dati Istat parlano chiaro: sono oltre quattro milioni i padri separati in Italia, dei quali quasi 2 milioni vivono al limite del margine di povertà ed 800mila vivono con redditi al di sotto di essa.
Situazioni economiche disastrose frutto di incongruenze legislative ed accanimenti anche di tipo culturale contro la figura del padre, troppo spessa emarginata e resa quasi superflua da una cultura che ha sempre posto la figura materna al centro ed al cardine della cura dei figli.

L’ argomento è finalmente piombato nelle case degli italiani grazie alla fiction “Sarò sempre tuo padre” con protagonista Beppe Fiorello, ma ancora lontanissima è purtroppo la reale percezione del dramma umano e sociale che vivono ormai milioni di padri separati.


Mantenimento dei figli e talvolta della ex-moglie, mutuo della vecchia abitazione, la partecipazione alle spese “straordinarie” (come ad esempio le attività sportive o le cure mediche), un affitto da pagare per avere un luogo in cui vivere. Rimane solo la miseria.

Il Dramma Dei Padri Separati Tra Povertà, Umiliazione, Rabbia E Solitudine

Figli lontani, talvolta persino irraggiungibili, quasi un miraggio. Un padre bancomat privo di diritti ma solo di doveri, con il desiderio di essere un vero genitore presente ma soggiacente ai vincoli imposti da un giudice che niente sa e nulla può sapere del rapporto specifico e soggettivo esistente tra un padre e un figlio.

Un bancomat, appunto. Un uomo richiamato continuamente agli obblighi di mantenimento ma mai ascoltato quando si tratta di avanzare un diritto alla genitorialità. Anche la Costituzione si è dimenticata della paternità, privilegiando la maternità e agli aspetti focali del nucleo familiare ma confondendo poi la figura del capofamiglia (ormai completamente distaccata dalla realtà) da quello di padre.

Una separazione spesso turbolenta dalla moglie che induce automaticamente a distaccarsi coercitivamente dai figli, verso i quali si rende necessario rimodulare i rapporti in funzione della non più sempre possibile condivisione dello stesso tetto.

E qui sta purtroppo uno dei dati più gravi delle vicende dei padri separati: l’impossibilità di poter trascorrere del tempo con i propri figli con una certa continuità.

I dati ufficiali diramati dall’Istat evidenziano proprio come i padri separati non riescano, ad esempio, a far pernottare i propri figli presso le proprie nuove abitazioni e non soltanto per l’assenza di un tetto in cui vivere decorosamente, ma anche per l’opposizione materna che fa propria la figura dei figli distaccandoli violentemente dal padre.

Il Dramma Dei Padri Separati Tra Povertà, Umiliazione, Rabbia E Solitudine

Alcuni esempi: nei casi di separazione dove è stato stabilito l’affido condiviso, circa il 62% delle donne dichiara che i propri figli hanno continuato a pernottare con la madre.

Inoltre il 53% delle madri a cui è stata affidata in via esclusiva la custodia dei figli, dichiara che a due anni dalla separazione quest’ultimi non hanno mai pernottato col padre e che, nel 41% dei casi, hanno frequentato il padre meno di una volta la settimana.

Solo l’11,6% testimonia un frequentazione più costante e pernottamenti più consueti col padre.
Una vera miseria.

Certo non tutti i padri separati testimoniano il desiderio di essere padri veri ed è altrettanto noto che sono molte le madri separate abbandonate a se stesse ed al proprio destino.

Ma il dramma dei padri separati che, pur non volendolo, sono costretti a star lontani dai figli è purtroppo un dato in costante crescita che costituisce ormai un’emergenza sociale fatta di povertà ma anche di rabbia, frustrazione, dolore e sofferenze indicibili, umiliazione, depressione, solitudine.

Padri che sognano di poter condividere la vita dei figli, di vederli crescere e di aiutarli nel loro cammino di vita, ma che sono obbligati a rispettare un decalogo di regole e comportamenti assurdi, a convivere con la solitudine, il senso di colpa e l’alienazione totale dalla vita.

Con madri minacciose e dure che strumentalizzano ed educano i propri figli all’odio nei confronti del padre.
Si chiama alienazione genitoriale ed è una sindrome vera, ma non ancora accettata nei tribunali, che induce un figlio ad odiare e ripudiare il proprio padre a causa delle pressioni materne.
Si stima che su ogni 10 casi di alienazione genitoriale, ben 8 volte essa sia frutto dell’istigazione materna ai danni del padre.

Ma i figli sono figli, sempre. Ed i padri sono padri. Sempre e comunque. Ed allora, Perché impedirlo?

Articolo scritto da Ciuffo79 - Vota questo autore su Facebook:
Ciuffo79, autore dell'articolo Il Dramma Dei Padri Separati Tra Povertà, Umiliazione, Rabbia E Solitudine
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione