Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Figlio Di Gheddafi Alla Libia: O Dialogo O Guerra Civile


26 febbraio 2011 ore 20:50   di lacronacait  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 344 persone  -  Visualizzazioni: 580

Il secondo figlio del colonnello Gheddafi, Saif Al-Islam, dagli schermi della televisione araba Al-Arabiya, richiama i rivoltosi all’unità della nazione evidenziando che non può esserci futuro in un paese diviso in due.
Sempre nella sua apparizione televisiva, Saif punta il dito sulla necessità di dialogo tra le forze di governo e i rivoltosi palesando la eventualità che un mancato accordo porterà inesorabilmente alla guerra civile.

Intanto nella città di Misurata, in mano ai rivoltosi, si rinnovano situazioni di pericolo per la popolazione civile.
Durante un funerale un elicottero occupato da mercenari filo Gheddafi ha sparato sul corteo di parenti delle vittime degli scontri dei giorni scorsi mentre si accingevano a entrare nella moschea, colpendo anche l’edificio che ospita la radio dei rivoltosi.


Testimoni hanno dichiarato che alcuni consiglieri di Gheddafi hanno contattato i capi tribali della città di Misurata offrendo loro la possibilità di creare un mini-Stato indipendente a condizione che non avviassero iniziative rivoltose verso Tripoli.
La giornata odierna a Tripoli è trascorsa in un clima di calma apparente anche dopo avere appreso che il Presidente degli Stati Uniti Obama, ha deciso sanzioni nei confronti della Libia.

Il Figlio Di Gheddafi Alla Libia: O Dialogo O Guerra Civile

In attesa delle decisioni che prenderà il consiglio di sicurezza dell’ONU, il cancelliere tedesco Merkel e il premier britannico Cameron, auspicano che l’Unione Europea decida sanzioni rigide nei confronti di Gheddafi.
Il nostro Ministro della Difesa, Ignazio La Russa, ha in una nota chiarito che di fronte a eventuali sanzioni da parte dell’UE, l’Italia non può tirarsi indietro, tanto più già risulta del tutto inattivo l’accordo politico esistente tra la nostra nazione e la Libia.
Intanto continuano i rimpatri dei nostri connazionali ancora presenti nel paese libico, ma proprio stamane è stato impedito ad un C-130 dell’Aeronautica Militare di atterrare all’aeroporto di Hamal dove avrebbe dovuto imbarcare 25 italiani ancora bloccati in Libia.

Articolo scritto da lacronacait - Vota questo autore su Facebook:
lacronacait, autore dell'articolo Il Figlio Di Gheddafi Alla Libia: O Dialogo O Guerra Civile
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione