Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Futuro Ha Gli Occhi A Mandorla


26 settembre 2012 ore 14:59   di erpidi  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 429 persone  -  Visualizzazioni: 622

Il futuro ha gli occhi a mandorla. È di oggi 26 Settembre la notizia della consegna ufficiale della prima Nave Portaerei alla Cina Popolare. Ricavata dalla ex-Portaerei Russa Varyag, venduta nel 1998 quando iniziò la fuga centrifuga dall’Impero Sovietico dei vari Paesi Satelliti, ha goduto dell’esperienza costruttiva che i Cinesi si sono fatti acquisendo e smembrando altre tre navi Portaeromobili, la Melbourne Australiana (venduta nel 1985 come rottame) e le due ex-sovietiche Minsk e Kiev (vendute anche loro alla Cina nel 1995 e 1996). Acquisendo e rubando tecnologie i Cinesi si son presi il loro dolce tempo per metterla in mare. Giustamente ora intendono usarla come nave scuola ed esperienze per le future sei Unità similari e le due unità a Propulsione Nucleare.

La notizia è notevolmente interessante tanto in termini squisitamente militari quanto in termini politico-economici. Prima di analizzarli però suggeriremmo una considerazione. Acquisire nell’arco di tre anni quattro unità, anche se tre come meri rottami ed una da riattare in 14 anni indica non lentezza o disorganizzazione, ma una capacità programmatica che in Occidente ci è sconosciuta. I Cinesi, è bene non scordarlo mai, pensano ed agiscono in termini di decenni, di generazioni. Il Regno di Mezzo, come loro amano definirsi, non si fa incatenare dai freni politici che tanto bloccano i governi occidentali riducendone le capacità organizzative e di programmazione.


Generazione dopo generazione la Cina va per il suo scopo ancestrale, quello che la ha mossa dall’inizio della sua storia Imperiale che data dal 1600 a.C. (e pecchiamo per difetto!). Infatti il concetto di Regno di Mezzo o Regno Medio (Zhongguo) che si attribuiscono i Cinesi indica come loro pensino di essere al Centro del Mondo, posti fra "chi stia sopra" e i "barbari" (gli "yii %u5937" i barbari) come loro chiamavano un tempo i Popoli non Cinesi (concetto del "sinocentrismo"). Quando ti senti parte di un siffatto concetto non puoi certo ragionare in termini riduttivi, ma in programmi generazionali.

In termini militari indica una precisa volontà di proiettare ben oltre i propri confini naturali la propria capacità militare per proteggere le linee commerciali marittime ben oltre le proprie acque territoriali. È lo stesso concetto che portò all’espansione della Royal Navy per proteggere gli interessi commerciali dell’Impero Britannico e le sue linee di rifornimento marittime e che ha portato gli USA a creare quei gruppi operativi con una o più Portaerei al centro che rimane, nonostante i sommergibili Nucleari, la unica unità navale capace di imporre pressione militare in ogni parte del globo (che ricordiamolo è costituito per tre quarti da mari e oceani).

I Cinesi questo lo hanno capito così come hanno analizzato la loro situazione geografica ed economica. A Nord la Siberia ed un atavico nemico, la Russia, che vede nella Siberia e nelle sue risorse minerarie la sola speranza di viaggiare agevolmente per tutto il XXI secolo e perciò le difenderà con unghie e denti, a Sud la più grande catena montuosa al mondo dietro la quale sta la unica Nazione al Mondo in grado di sfidarli come numero ed aggressività, l’India che però ha le stesse limitazioni geografiche ed un vicino (il Pakistan) armato di atomiche come lei ed altrettanto aggressivo ed ostile. Ad Ovest una serie di Repubbliche ex sovietiche ricche di Petrolio e Cotone e altre risorse da calmare con accordi commerciali proficui ed infine ad Est il Mare e le rotte commerciali dove vendere i propri prodotti. Per cui se la Cina acquisisce materie prime e produce beni finiti (e ne produce tanto quanto il resto del mondo) ha bisogno di liberi mari per spedirli a chi li ha pagati.

Alla luce di queste necessità (libera navigazione per importare materie prime e esportare prodotti finiti) la Cina ha attentamente programmato come difendere i propri interessi economico-commerciali da chi la ha nella storia sempre ostacolata, a Ovest i Moghul che poi hanno conquistato l’India dopo aver provato con la Cina, ad Est i cosiddetti "barbari del Mar Orientale", i Giapponesi ed in generale le altre Nazioni del mondo che potrebbero alla lunga interferire col programma cinese di espansione dei propri mercati. La storia insegna (e la Cina sa come imparare dalla Storia) che nessuno disturba una Nazione che ha una flotta potente e capace. E la lezione la sta mettendo in opera con piani a lunga scadenza che a noi Occidentali (con Governi che se durano 4 anni in carica sono considerati di successo…) difficilmente saranno comprensibili.
Per il 2020 la Cina avrà in mare una flotta composta da non meno di 4 Task Forces su Navi Portaerei, alcune delle quali a propulsione Nucleare che difficilmente saranno ostacolabili da Marine Locali come quella Giapponese o quella Coreana, soprattutto se la crisi finanziaria Occidentale continuerà. Con questi gruppi in mare sarà difficile per la Marina Americana contrastare in futuro azioni quali il ritorno di Taiwan sotto la Cina Continentale, specialmente se nello Studio Ovale siederà un altro incompetente come alcuni degli ultimi Presidenti eletti o di quelli che vi si son candidati e specialmente se le Nazioni che hanno sempre avuto il loro tornaconto in Asia (Inghilterra e Francia) continueranno a ritirarvisi o a ridurre la loro presenza in Asia. La capacità di programmare e realizzare i propri programmi in termini di decenni alla fine porterà i frutti in tasca ai Cinesi che già si sono accaparrati larghe parti di contratti economici in Sudamerica ed in Australia.

Eleggere i cosiddetti "Re-per-quattro-anni" in USA o Governi per 4 o cinque anni non può reggere il confronto con governi ventennali anche perché di grandi geni della politica occidentale abili e capaci di influenzarla per decenni come la Thatcher o Adenauer non ne nascono più e quelli che ne hanno preso il posto si venderebbero o si son venduti per un piatto di lenticchie.

Aveva ragione Napoleone nel 1803 quando disse, parlando della Cina, " Qui giace un gigante addormentato, lasciatelo dormire, perché quando si sveglierà scuoterà il mondo".
Non dimentichiamolo mai: nel 1421 l’Ammiraglio Cinese Zhenh He al comando di 100 navi circumnavigò da Est ad Ovest il mondo scoprendo molto prima di Colombo le Americhe e l’Australia. Solo l’infingardaggine del suo Imperatore gli impedì di portare all’Impero una nuova perla. Leggetevi il libro di Menzies Gavin.

Il futuro ha gli occhi a mandorla e noi non ce ne rendiamo conto.

Articolo scritto da erpidi - Vota questo autore su Facebook:
erpidi, autore dell'articolo Il Futuro Ha Gli Occhi A Mandorla
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione