Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Governo Monti Ed Il No Alle Olimpiadi A Roma: Non Di Solo Rigore Vive L'uomo


16 febbraio 2012 ore 18:34   di 2tredici  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 373 persone  -  Visualizzazioni: 600

Il Presidente del Consiglio Monti ha definitivamente affossato la possibilità che Roma ospiti le Olimpiadi del 2020. Il Premier ha infatti deciso di non sottoscrivere la lettera di garanzia che doveva completare il dossier necessario per formalizzare la candidatura. Monti ha motivato il rifiuto adducendo, com’è ovvio, motivazioni economiche, sostenendo che l’Italia non sarebbe in grado di affrontare l’onere finanziario dell’operazione.

Appena diffusa la notizia, si è immediatamente levato il coro di giubilo a favore della scelta di Monti. “No agli sprechi”, “Non ce lo possiamo permettere”, “Qualcuno ci avrebbe lucrato con gli appalti”, “Monti è una persona seria”, “Saremmo finiti come la Grecia dopo le Olimpiadi di Atene del 2004”, e così via: questi i commenti che vanno per la maggiore, oltre ad una malcelata soddisfazione da parte di che ancora si nutre dello slogan “Roma ladrona”.


L’opinione dominante, che plaude la scelta di Monti, sembra però dimenticare che il solo rigore e la sola sobrietà non consentiranno all’Italia e all’Europa di uscire dalla devastante crisi economica che sta imperversando in questi anni. Ciò che occorre, ne sono ormai convinti parecchi analisti, specie d’oltre oceano ma non solo, sono decisioni che favoriscano la crescita dell’economia. Da sole, le manovre di taglio delle spese e aumento delle tasse non bastano, anzi, hanno un effetto recessivo che peggiora, anziché migliorarle, le condizioni dell’economia.

La scelta di Monti sulle Olimpiadi sarà anche stata dettata dal rigore ma è indubbiamente una decisione con ricadute recessive. Le Olimpiadi a Roma potevano diventare un volano in grado di stimolare l’economia (nuovi posti di lavoro, nuove infrastrutture, incremento del turismo, ecc….) e di creare ricchezza, con effetti positivi sul Prodotto Interno Lordo (un incremento dell’1,4%, secondo la stima di autorevoli quotidiani economici).

Quanto ai paventati sprechi, le Olimpiadi invernali di Torino 2006 hanno dimostrato che non è impossibile organizzare e gestire l’evento senza sperperare risorse. Risibile, poi, il richiamo agli effetti funesti delle Olimpiadi di Atene nel 2004: paragonare la capacità economica della Grecia a quella dell’Italia costituisce esercizio dialettico fondato sulla non conoscenza o sulla malafede.

Pericoloso, infine, il messaggio che viene proiettato all’estero: quanto può essere appetibile un Paese che ha paura di assumersi la responsabilità di organizzare i Giochi Olimpici e di scommettere sul proprio futuro?

A ben vedere, quindi, cercando di andare un po’ oltre al conformismo penitenziale ormai dilagante, il NO alle Olimpiadi sembra essere un’occasione persa.

Articolo scritto da 2tredici - Vota questo autore su Facebook:
2tredici, autore dell'articolo Il Governo Monti Ed Il No Alle Olimpiadi A Roma: Non Di Solo Rigore Vive L'uomo
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione