Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Nuovo Business Dei Preziosi: Il Fenomeno Dei Compro - Oro


21 febbraio 2012 ore 22:34   di angisu  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 501 persone  -  Visualizzazioni: 801

Sembrano spuntati per autopoiesi nelle grandi città come nei piccoli centri, i cosiddetti “compro-oro” sono negozi nei quali ci si può recare per vendere oro usato, ma anche oggetti in argento. La maggior parte di queste attività sono gestite in franchising, ossia dipendenti una casa madre che offre l’utilizzo del proprio marchio in cambio di una percentuale sul fatturato o una quota d’ingresso. Ma esistono anche punti vendita attraverso i quali i preziosi, una volta acquistati, vengo immessi nuovamente sul mercato o con vendita diretta o attraverso i canali della distribuzione. Il fenomeno è davvero impressionante e di difficile quantificazione.

Basta una rapida ricerca sul web per trovare non solo tutte le informazioni necessarie per aprire un point, ma per accorgersi della presenza di compro-oro virtuali, siti nei quali è possibile vendere il proprio usato prezioso persino on line. Anche le stime sul giro d’affari generato dal settore sono molte e differenti: alcune parlano di 3 miliardi, altre arrivano a 7 miliardi di euro all’anno.


Quello che è certo è che il numero di attività si è moltiplicato nel giro di pochissimi anni, tanto da far riflettere sulla possibile correlazione con la crisi economica in atto e il bisogno di liquidità delle famiglie, impegnate a far quadrare, con grandi difficoltà, il proprio bilancio e ad arrivare alla fine mese.

Accanto a considerazioni di questo tipo, si inizia a segnalare l’ambiguità dei particolarissimi store, che proprio in virtù delle caratteristiche dell’attività, sono considerati appetibili per la criminalità organizzata. Ma soprattutto viene facile l’associazione con la micro-criminalità: ad esempio, la necessità di piazzare velocemente il “frutto” di un furto in appartamento potrebbe infatti rendere i famosi punti d’acquisto agenzie di smercio e di ricettazione, anche involontarie.

Non a caso è di oggi la notizia di un sequestro avvenuto a Roma, nel quartiere Primavalle, dove sono state trovate all’interno di un compro-oro armi, munizioni, coltellie, addirittura un'ascia e 35 kg di preziosi non denunciati. In più, i controlli delle Forze di polizia su tutto il territorio stanno portando alla luce, con una frequenza impressionante, irregolarità legate a questo tipo di attività: dall’apertura senza licenza alla manomissione degli strumenti per pesare i metalli, fino appunto alla ricettazione.

La mancanza di una normativa specifica, che contempli le peculiarità di questo business e i possibili risvolti (per ora si fa infatti riferimento alle sole indicazioni contenute nella legge n.7 del 2000), per l’apertura e l’esercizio di simili negozi, ha spinto soprattutto i consumatori e le associazioni a fare pressione sul Legislatore per avviare una regolamentazione ormai ritenuta da più parti necessaria. D’altra parte, anche i negozianti si stanno organizzando in associazioni a tutela del settore e di quanti vi operano rispettando le regole.

Articolo scritto da angisu - Vota questo autore su Facebook:
angisu, autore dell'articolo Il Nuovo Business Dei Preziosi: Il Fenomeno Dei Compro - Oro
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione