Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Presepe Va Scomparendo Alla Scuola Materna


22 dicembre 2010 ore 13:27   di Ailinn  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 245 persone  -  Visualizzazioni: 440

Milano, si sa, è una città che per vocazione è cosmopolita: non fa alcuna distinzione nè di razza nè di religione. Accoglie tutti sotto il caldo abbraccio della Madonnina.
Come tutte le altre città, però, ha una sua Tradizione secolare che parte dagli albori, con la cultura Celtica Insubre, fino ad arrivare alla ormai consolidata tradizione cattolica che ha visto in Milano un largo consenso e una grande devozione.

Parte integrante di questa tradizione è la festività del Natale, che vuole celebrare la nascita di Gesù, la rinnovata Luce che in questo periodo trova il suo culmine con una grande ricorrenza.
E' d'uso, da sempre possiamo dire, sin da quando San Barnaba portò "la Parola" in città, costruire dei piccoli Presepi che rappresentino al meglio il simbolo magico e sacro del Natale.


Purtroppo, però, accade che proprio là dove si dovrebbero formare gli uomini e le donne del futuro, là dove questo senso del magico/mistero dovrebbe essere più vissuto e sentito, il Presepe sembra voler scomparire.
Questo accade in tante scuole dell'infanzia, che accolgono bambini dai 2 ai 5 anni: un'età questa che si lascia facilmente influenzare.
Un'età che andrebbe vissuta con tenerezza, giochi, e scoperta delle Tradizioni.
Ma questo sembra che alcune educatrici non vogliano capirlo, e anzi impongono con prepotenza (e vigliaccheria aggiungerei) un non meglio identificato "buonismo" che vuole eliminare queste antiche tradizioni, in favore di una integrazione a tutti i costi, che vede un'assoluta mancanza di cultura.

Accade non nelle sezioni della materna, ma nella sezione Primavera che accoglie bambini di 2 anni.

Il Presepe Va Scomparendo Alla Scuola Materna

Il Presepe che vedete è stato realizzato durante l'ora di religione dai bambini di 4 e 5 anni.
Ciascuna delle classi ne ha preparato un altro più piccolo, posto all'interno: quello nella foto, invece, è stato posto all'ingresso della scuola.
Ora, in tanti si sono chiesti il perchè di questa differenza.
Sapete qual'è stata la risposta delle educatrici ? secondo una circolare ministeriale (che poi ho scoperto essere totalmente inesistente) "non si possono" mettere simboli religiosi a scuola per rispettare le diverse sensibilità dei bambini extracomunitari.

Ebbene vi dico che a tanti di questi genitori di bambini extracomunitari è sembrato molto strano non vederlo nella loro sezione, perchè a loro non dava alcun fastidio, anzi rappresentava un arricchimento culturale.
Infatti dovrebbero capirlo le educatrici che le nostre Tradizioni rappresentano una grande crescita mentale e culturale per TUTTI i bambini sia italiani che stranieri.

Articolo scritto da Ailinn - Vota questo autore su Facebook:
Ailinn, autore dell'articolo Il Presepe Va Scomparendo Alla Scuola Materna
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione