Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Immigrazione: Scuole Con Pochi Italiani


1 ottobre 2015 ore 14:02   di KungFuGirl  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 340 persone  -  Visualizzazioni: 499

Se fino a qualche anno fa avere in classe un bambino di nome Ahmed o Sartaj era una novità che dava ai nostri figli l'opportunità di conoscere persone provenienti da Paesi diversi, oggi è la normalità e, anzi, non mancano casi in cui sono proprio i bambini stranieri ad essere in numero pari o persino superiore rispetto ai coetanei italiani. Una realtà, questa, che ad ogni ripresa di anno scolastico non manca di innescare polemiche.

E' successo, ad esempio, in una scuola elementare di Brescia, la "Alessandro Manzoni" dove le uniche due classi prime che si sono formate, di 17 e di 18 alunni, hanno soltanto studenti stranieri che non parlano l'italiano.
I primi a lamentarsi della situazione sono gli stessi insegnanti: come si può pretendere che insegnino una qualunque materia a bambini che non parlano altro che la loro lingua o, addirittura, il loro dialetto di origine?


La richiesta, dunque, è quella di venire assistiti da altri docenti che possano comunicare con cinesi, filippini, indiani, moldavi, pachistani e bimbi dello Sri Lanka presenti nelle due classi. Impossibile, poi, parlare di integrazione quando i bambini non solo non possono comunicare con i loro compagni italiani, ma nemmeno tra di loro: come fanno a capirsi un cinese che parla solo cinese ed una somala che parla solo somalo? E così si creano piccoli gruppi, cellule primarie di bande di latinos, cinesi, nordafricani...

La scuola bresciana è già da tempo conosciuta per l'elevato numero di studenti stranieri, ma - come riporta il quotidiano QuiBrescia - quello delle due classi prime è un vero e proprio record: nemmeno un bambino italiano.
Un'insegnate, poi, chiedendo di restare anonima ha lamentato la difficoltà di svolgere il proprio lavoro in classi in cui sono le eccezioni a prevalere: "Abbiamo studenti che non parlano e non capiscono l'italiano, poi ci sono i dislessici, i discalculici, i disabili... Ciascuno andrebbe seguito in modo particolare ed adeguato, ma questo comporta che non si riesca ad andare avanti con il normale programma scolastico".

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Immigrazione: Scuole Con Pochi Italiani
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione