Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Incredibile Editoriale Di Feltri Sulla Strage In Norvegia


25 luglio 2011 ore 18:35   di Montalbano  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 289 persone  -  Visualizzazioni: 547

Probabilmente Libero e il Giornale hanno deciso di suicidarsi di ridicolo. I due organi di stampa gemelli, branditi minacciosamente ogni giorno dai loro direttori Belpietro e Sallusti, ed accomunati dalla transumanza cartacea di Vittorio Feltri, hanno infatti sfoderato il peggio del loro repertorio in questi ultimi giorni, dopo la strage compiuta ad Oslo e sull’isola di Utoya da un fondamentalista cristiano militante nella destra neonazista del paese scandinavo. E lo hanno fatto, senza nemmeno curarsi della catasta di cadaveri lasciata sul campo da un pazzo scatenato.

Se Libero ha dato fuoco alle polveri, titolando contro l’Islam in una vicenda nella quale il terrorismo musulmano non c’entrava proprio nulla, senza peraltro mai scusarsi di aver dato luogo ad un titolo vomitevole come quello che campeggiava sulla prima pagina del giorno successivo alla strage, Feltri ha deciso di chiudere la partita del grottesco con un editoriale che rimarrà negli annali del giornalismo trash di cui, pure, è una icona praticamente incontrastata. In un pezzo che compare sul Giornale, riesce infatti, in pratica, a tacciare di vigliaccheria i ragazzi che sull’isola di Utoya hanno perso la vita per un atto di terrorismo che ha pochi precedenti nella storia. Se non ci credete, potete leggere queste poche righe, tratte da un editoriale che dovrebbe destare scalpore.


“Ma in questo caso, stando alle notizie in nostro possesso, sull’isola (un chilometro quadrato, quindi piccola) si trovavano circa 500 partecipanti a un meeting annuale di laburisti. Un numero considerevole. Quando Breivik ha dato fuori da matto e ha cominciato a sparare, immagino che lo stupore e il terrore si siano impadroniti del gruppo intero. E si sa che lo sconcerto (accresciuto in questa circostanza dal particolare che il folle era vestito da poliziotto) e la paura possono azzerare la lucidità necessaria per organizzare qualsiasi difesa che non sia la fuga precipitosa e disordinata, contro un pericolo di morte. Ciononostante, poiché la strage si è consumata in 30 minuti, c’è da chiedersi comunque perché il pluriomicida non sia stato minimamente contrastato dal gruppo destinato allo sterminio. Ragioniamo. Cinque, sei, sette, dieci, quindici persone, e tutte disarmate, non sono in grado di annientare un nemico, per quanto agisca da solo, se questo impugna armi da fuoco. Ma 50 – e sull’isola ce n’erano dieci volte tante – se si lanciano insieme su di lui, alcune di sicuro vengono abbattute, ma solo alcune, e quelle che, viceversa, rimangono illese (mettiamo 30 o 40) hanno la possibilità di farlo a pezzi con le nude mani.”

Insomma, se quelle 500 persone non hanno avuto la forza di scagliarsi a mani nude contro un folle che brandiva armi, la risposta, implicita, non può che essere una: erano dei codardi. Ora, a parte che accusare di vigliaccheria dei ragazzi che probabilmente non avevano mai visto un arma in vita loro, denuncia solo una dose di esaltazione mentale per la quale andrebbe chiesta subito l’esame antidoping, rimane da capire perché simile accusa non sia stata fatta, ad esempio, per le vittime degli attentati dell’11 settembre. Anche loro, in fondo sugli aerei che furono dirottati contro le Torri, potevano scagliarsi a mani nude contro i dirottatori. Non avendolo fatto, rientrano nella categoria dei vigliacchi, come i ragazzi laburisti di Utoya? Francamente ci vuole tanto pelo sullo stomaco per ascoltare tante fesserie come quelle che fuoriescono in dosi massicce da Libero e dal Giornale quasi tutti i giorni. Ma soprattutto, ci vuole tanto pelo sullo stomaco per scriverle e pubblicarle, senza provare un minimo di vergogna…

Articolo scritto da Montalbano - Vota questo autore su Facebook:
Montalbano, autore dell'articolo Incredibile Editoriale Di Feltri Sulla Strage In Norvegia
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione