Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

L' Italia, Il Paese Dei Balocchi Tra Quorum E Politica


13 giugno 2011 ore 15:02   di UserDeleted  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 463 persone  -  Visualizzazioni: 667

Venghino siori e siore nel paese della baldoria e del divertimento. Oggi scrivo un articolo riflessivo puramente apolitico. Una semplice riflessione su cosa voglia dire essere italiani. Un piccolo editoriale senza pretese ma sicuramente attuale.

L'altro giorno guardavo la TV e ho assistito a un dibattito di un professore che parlava animatamente contro chi si opponeva al nucleare e a dir suo proponeva delle strambe idee sulla possibilità di energie alternative e rinnovabili.


Ora quello su cui voglio portare l'attenzione è solo sul dubbio dell'italiano medio in senso generale.
L'italiano medio pensa davvero che il resto dei Paesi d'Europa che scelgono, senza referendum alcuno, di abbandonare il nucleare anche dove si è utilizzato per anni, sostenere spese per la chiusura di decine di impianti e costruzione di nuovi impianti rinnovabili e alternativi, siano dei pazzi, vittime di emotività e magari pure ignoranti.

E' fortemente convinto che il proprio governo abbia avuto la più brillante intuizione di tutta l'Europa, pensando di passare al nucleare oggi, costruendo impianti (di dubbia "generazione"), sostenendo spese enormi, per averne i primi "risultati" fra 20 anni (tempo di costruzione)?

E per finire non sembra ad alcuni di voi che i termini "ultima generazione" siano stati un po troppo presenti in queste bocche “imparziali”? Vai a dire ai giapponesi che le loro centrali sono di ultima generazione e quindi sicure.

Anche evitando di cavalcare l'onda del terrore degli incidenti nucleari, come possono essere gestite otto potenziali bombe atomiche (2 reattori a centrale per 4 centrali) nel paese della spazzatura in mezzo alle strade, di una città devastata dal terremoto e mai più ricostruita, della sanità che negli ultimi anni sta mietendo vittime come fili d'erba (e sempre impunita)? E soprattutto di quella che le coinvolge tutte, LA MAFIA.

Allarghiamo la visuale sull'Europa, i Paesi che hanno avuto impianti nucleari per anni, già costruiti e funzionanti, decidono su due piedi, di chiudere il tutto e passare alle nuove energie. Il tutto senza bisogno di proteste da parte dei cittadini, ne di referendum popolari.

In Italia, governo e milioni di cittadini che hanno vissuto senza centrali nucleari (importando energia dai paesi produttori a basso costo) sostengono fermamente che sia il momento di passare al nucleare, e badate bene, non di mantenere gli impianti già esistenti ma di passare alla costruzione di centrali nucleari, la decisione opposta insomma.
Il governo tenta di bloccare il referendum con leggi approvate in velocità, vieta la diffusione dell'esistenza del referendum, e ultima ma non per importanza dice apertamente ai suoi elettori di boicottare il quorum e non andare a votare.

Visualizziamo per un attimo la differenza abissale tra il nostro paese e il resto d'Europa, partendo proprio dal modo di pensare, di essere, di reagire.

Qui si guarda con disprezzo che parla di rinnovabili e gli si risponde alla velocità della luce che non sono in grado di sostenere il paese. Ma ci importa di sapere quello che diciamo? Ce ne siamo accertati prima? La stragrande maggioranza delle volte, una discussione è solo una sfida di orgogli. Ci si dimentica che l'argomento potrebbe essere di vitale importanza.

Si parla sempre molto superficialmente degli argomenti, spesso senza averne la minima conoscenza, e in particolare quando si parla del nucleare, non lo si associa alla ricerca. Dimentichiamo che è la ricerca che ci garantirà un futuro. Non è un discorso demagogico, e ve lo dimostro con un piccolo esempio. Noi abbiamo i mulini eolici funzionanti con le pale, una recente scoperta giapponese ha invece dimostrato che una tecnologia differente, in pratica piccole lamine, che vibrano molto forte al passare del vento, sia in grado di ricavare molta più energia.

E dell'Hotel svizzero in cima alle montagne completamente autosufficiente dal punto di vista energetico (corrente e riscaldamento)?

Ecco come non parlare di ricerca, significhi non parlare lucidamente o intelligentemente dell'argomento.

Come sono invece le nostre condutture, più in generale le strutture dei nostri palazzi? Ce li siamo dimenticati? Costruiti ad arte proprio per consumare di più e rendere felici chi ci guadagna.

Il punto è che in Italia manca la serietà nel trattare l'argomento.

Parlo soprattutto di cittadinanza comune. E' su loro che porto la riflessione.

A nessun cittadino medio viene in mente che c'è qualcosa di profondamente sbagliato nel modo di essere. A nessuno viene in mente di leggere prima e informarsi su cosa sia effettivamente il nucleare.
L'importante e fare quello che non farebbe il cittadino che "odia" il suo leader.
Tra le altre cose ho sentito, c'è forse quella più paradossale: molti sostengono che il referendum in generale sia un metodo antidemocratico e alcuni , addirittura, aggiungono che hanno votato un governo che decida per loro e quindi i referendum trovano inutili i referendum.

Ecco, riflettiamo, un governo che oltre al premio di maggioranza, dispone anche della possibilità di nominare i proprio parlamentari senza che il cittadino possa esprimere preferenza, porta l'italiano medio a pensare che il referendum non sia un mezzo democratico.

Ma come può esistere questa mentalità ? Destra o sinistra che sia, qui si festeggia ogni 5 anni circa, la caduta di un governo per passare all'altro che, ovviamente dopo 5 anni, sarà odiato e pronto per essere rimpiazzato da quello precedente e ricominciare il ciclo.

Provate a parlare a un cittadino tedesco del nazi-fascismo e vedrete quanto ancora si vergogna e soffra per quell'epoca, poi provate a parlarne all'italiano, vedrete la stessa reazione?

In Italia c'è un senso di ripudio personale a dire di essere comunisti.
E fascisti invece? E razzisti invece?

Forse oggi si raggiungerà il quorum, forse no, ma una cosa questo refendum l'ha dimostrata: si devono contare i centesimi per vedere se il 50,1 % è andato a votare, pro o contro.

Questo è il modo di essere all'italiana.

Venghino siori e siore in Italia, si nasce cittadini europei ma in un batter d'occhio ci si ritrova a ragliare come Lucignolo e Pinocchio.

Articolo scritto da UserDeleted - Vota questo autore su Facebook:
UserDeleted, autore dell'articolo L' Italia, Il Paese Dei Balocchi Tra Quorum E Politica
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • #1 

Gli svizzeri son 2 gatti ed hanno soldi a palate, si possono permettere di chiudere anche le centrali a gas se vogliono. I belgi l'hanno già dichiarato 10 anni fa' e devono ancora spengerli. Gli impianti tedeschi fanno bene a spengerli perché molti sono vecchi come quelli di Fukushima o peggio (già a chiusura prorogata da anni) MA sostituiranno col carbone di cui son ricchi e che genererà più danni e morti, negli anni, che Fukushima e Cernobil messe insieme tra polveri sottili, inquinanti cancerogeni, inondazioni e casini vari per tutto il mondo dovuti ai cambiamenti climatici per l'emissione di anidride carbonica. I francesi non le spengeranno certo le centrali, anzi.. una decina di impianti che hanno a cento chilometri dall'Italia li hanno pagati proprio gli italiani con le bollette ENEL ma sono ancora di proprietà dei francesi e noi continuiamo a finanziarne altri comprando da loro l'energia. I reattori nucleari giapponesi che hanno avuto problemi non sono di ultima generazione, anzi erano i più vecchi che avevano; inoltre la causa dei problemi non sono stati difetti progettuali (al terremoto han resistito anche se non avrebbero dovuto rispetto a come erano state progettati proprio perché nella progettazioni stanno sempre abbondantemente larghi in sicurezza).. la causa del casino è stato sottovalutare stupidamente l'entità dell'onda dello tsunami, bastava una barriera studiata per eccesso: l'acqua ha spento i generatori elettrici di emergenza che alimentano le pompe di raffreddamento (e gli americani glielo avevano anche fatto notare da anni che erano a rischio, che stupidi). Inoltre se fossero stati impianti di ultima generazione, anche se si fossero fermati generatori e pompe di raffreddamento, sarebbe andata bene visto che quei reattori sono progettati per raffreddarsi (quando sono al minimo) anche a pompe spente con un sistema passivo di circolazione per convezione spontanea. Per il fatto di non potersi fidare della costruzione e gestione di tali ammennicoli da parte di personale corruttibile/mafiosibile italiano sono abbastanza d'accordo purtroppo. :( Il risparmio energetico è la "fonte" di energia più abbordabile che abbiamo, potremmo risparmiare almeno un 25% ma l'italia è un paese antico, è difficile attrezzare i vecchi edifici senza deturparli purtroppo. Per quanto riguarda il discorso del nazifascismo (che mi pare fuori luogo) è chiaro che si vergognano.. incoscienti o consapevoli hanno fatto una schifezza enormemente peggiore di quellae fatte dai fascisti, mi continuerei a vergognare anch'io anche se ai tempi dovevo ancora nascere..

Inserito 14 giugno 2011 ore 04:22
 

risposta a #1 il mio articolo vuole solo offrire uno spunto di riflessione sulla mentalità italiana e preferirei non scendere in tecnicismi sulle centrali soprattutto perché tu puoi affermare che una tecnologia sia sicura, che l'incidente in Giappone ha una spiegazione semplicissima, ecc. ma come al solito in questi argomento non c'è certezza delle tue affermazioni che a mio parere sono personali. Sta alla gente andare a leggere per conto proprio e soprattutto non dal blogger di turno. Un'altra cosa tipica dell'italiano è infatti additare gli altri per sottolineare che "anche loro fanno schifo". Tutte è sempre semplice e spiegato per l'italiano. Meno male che il batterio killer non ha colpito l'Italia, a quest'ora saremmo morti tutti, ma avremmo detto ai turisti di venire che son tutte balle. Figurati poi se accusare le grandi imprese produttrici di alimenti per trovarne la fonte.

Inserito 14 giugno 2011 ore 12:07
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione