Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

La Crisi Che Uccide


9 marzo 2017 ore 17:33   di Sognatrice_distratta  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 318 persone  -  Visualizzazioni: 348

Non mi scandalizzo per le notizie che trasmettono ai telegiornali. Potrà sembrare brutto e completamente superficiale ammettere che ascolto i tg per inerzia. A ora di pranzo, seduti a tavola, siamo un po' "costretti" a farlo. Le notizie si susseguono a ripetizione. Aggiornamenti, indignazione per pene poco esemplari e i commenti disgustati di mia nonna "che schifo l'Italia" dopo l'ennesima notizia per abuso di potere.
Ogni giorno, a ora di pranzo, si apre una finestra sul mondo che io vorrei restasse chiusa perché è molto più facile non far entrare aria fredda a inquinare e disturbare il calore dei propri sogni. Per questo io non ci faccio caso. Ormai sono abituata. Abituata allo "schifo". Ma è proprio quest'abitudine ad essere sbagliata.
Mi rendo conto che finchè resteremo impassibili difronte a certe notizie continueremo sempre e solo a ristagnare nelle stesse situazioni scomode, o peggio. Le cose non cambieranno mai.
Allora incazzarsi e inorridirsi a volte serve. È un nostro diritto. E oggi mi è successo.

Un ragazzo, quasi coetaneo, ha lasciato una lettera di scuse ai genitori in cui spiegava i motivi di quel gesto estremo e si è lanciato dalla finestra della sua cameretta.
Si è tolto la vita perché stanco di vivere in un Paese dove il nepotismo mette da parte le vere capacità e le buone qualità di un individuo.
Un Paese dove al bivio sulla strada dopo le superiori, considerato l'andazzo e la crisi e il numero crescente di disoccupati è quasi dovuta e scontata che la scelta ricada sull'università e succede che i futuri laureati scrivano tesi con errori da terza elementare. Ma non stupiamoci di questo se poi pensiamo che il nostro ministro dell'istruzione non ha preso nessun tipo di maturità, figuriamoci se ha mai discusso una tesi.


Stanco di vivere in un Paese che non crea i presupposti giusti per cominciare a fare progetti concreti, che se ne fotte del futuro di tutti.
Stanco dei "ti faremo sapere".
Stanco di cercare lavoro e trovare solo proposte di stage, non retribuiti oppure nel migliore dei casi con un rimborso spese minimo. Così minimo che la somma percepita a malapena riesce a coprire l'abbonamento della metro per arrivare a destinazione ogni santo giorno.
Stanco di combattere per i propri diritti in un Paese che continua a tenere volutamente gli occhi chiusi quando si tratta di fannulloni che timbrano il cartellino in mutande al mattino per poi tornarsene subito al calduccio sotto le coperte.
Un Paese però completamente cieco difronte a una donna trovata morta per stenti su una panchina, che pur di fare qualcosa per crescere i propri figli si accontenta di essere sfruttata e lavorare a nero. Perché i peggiori sono coloro che cavalcano l'onda del "non c'è lavoro e allora rimani stando alle mie insensate condizioni."

Forse la colpa è nostra, dei giovani, che non reagiamo.
E diciamocela tutta: è molto più facile starsene con le mani in mano piuttosto che lavorare seriamente e di conseguenza ci culliamo nella scusa "ma tanto non c'è lavoro". Abbiamo perso in partenza.
E tu, ragazzo sconosciuto con i tuoi sogni e i tuoi progetti, ovunque tu sia, oltre alla serenità, spero tu abbia trovato anche tutte le possibilità che qui ti sono state negate.

Articolo scritto da Sognatrice_distratta - Vota questo autore su Facebook:
Sognatrice_distratta, autore dell'articolo La Crisi Che Uccide
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:
Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione