Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

E' La Laicità Dello Stato La Vera Difesa Contro I Fondamentalismi?


8 febbraio 2011 ore 04:48   di petardo  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 263 persone  -  Visualizzazioni: 475

Uno stato si considera “laico” quando le leggi che lo regolano non sono guidate o ispirate da indicazioni di questa o quella religione, ma seguono una linea indipendente, volta a risolvere i problemi dei cittadini vietando ciò che è obiettivamente dannoso per la comunità e per la convivenza civile.

Uno stato è viceversa “confessionale” quando i principi ispiratori delle leggi che lo regolano sono dettati direttamente dalla religione “dominante”, normalmente a discapito delle altre religioni che si vedono spesso costrette ad agire in clandestinità o quasi.


In uno stato laico, invece, tutte le religioni hanno uguale diritto di cittadinanza (purché non abbiano regole in aperto contrasto con la cosiddetta “convivenza civile”, e qui la questione potrebbe farsi spinosa), anzi, è la laicità che diventa garanzia per il cittadino di poter professare liberamente la religione in cui crede, qualunque essa sia, o, viceversa, essere libero di non professarne alcuna.

Uno degli atteggiamenti di chi vede il fondamentalismo religioso come una minaccia per la propria libertà è di cercare di rafforzare la propria religione, rendendola religione “di stato” o/e facendo in modo che le leggi dello stato siano le stesse o molto simili a quelle che regolano la propria religione.

Siamo sicuri che questo sia il metodo migliore per preservare la società da un eccesso d’ideologizzazione religiosa, come, ad esempio, l’islamizzazione? Secondo me, no.
In uno stato democratico, il potere è tenuto da chi è votato dalla maggioranza dei cittadini. In futuro non è impossibile che in qualche paese cosiddetto “occidentale” non succeda che la maggioranza delle persone sia di religione, diciamo così, “non tradizionale” per quel paese. Forse difficile, ma non impossibile.

Ebbene, se i fondamenti del suddetto stato non sono robustamente e rigorosamente laici, il cambio della religione di stato causata da un cambio di maggioranza non solo è possibile ma anche probabile, soprattutto se tale religione è stata oggetto di vessazioni causate da leggi di carattere confessionale della religione precedente.

Se invece lo stato è correttamente laico, rispettoso di tutte le religioni, ma non legato a nessuna di esse, possiede (o dovrebbe possedere) gli anticorpi necessari ad evitare il sopravvento di una religione su un’altra, impedendo tutti coloro i quali volessero soggiogare le leggi dello stato alle leggi della propria religione (quella di turno) di operare in tal senso.

Articolo scritto da petardo - Vota questo autore su Facebook:
petardo, autore dell'articolo E' La Laicità Dello Stato La Vera Difesa Contro I Fondamentalismi?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione