Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Lavorare !? Preferisco Il Carcere: Lo Sfogo Della Vedova Gucci


18 ottobre 2011 ore 23:51   di claquag  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 345 persone  -  Visualizzazioni: 519

"In nome del popolo italiano condanno l'miputata ad andare a lavorare ed all'interdizione perpetua al carcere". Potrebbe suonare così nel prossimo futuro la lettura di una sentenza in un aula di un qualsiasi tribunale italiano, sì perché dopo quanto si è appreso oggi in merito alle dichiarazioni rilasciate da Patrizia Reggiani credo che da ora in poi si debba dare una lettura un po' differente di cosa si intende per giustizia.

Partiamo dall'antefatto, nel 1995 viene ucciso Maurizio Gucci, un cognome noto in tutto il mondo anche se al tempo aveva giàceduto le proprie quote della famosa casa di moda, dopo due anni di indagini il cerchio si chiude e la mandante dell'omicidio viene identificata nella moglie Patrizia Reggiani.


Dopo aver scontato la metà della pena la legge consente di richiedere un regime di semi libertà che consente al carcerato di trascorrere la giornata in libertà svolgendo però un attività lavorativa per poi rientrare in cella per la notte.

Lavorare !? Preferisco Il Carcere: Lo Sfogo Della Vedova Gucci

Una mano tesa dalla giustizia per favorire il recupero di chi ha sbagliato ma vuole dare un senso anche alla sua colpa ma, colpo di scena, la signora Reggiani la rifiuta.

I motivi? La nobildonna non ha mai lavorato in vita sua e preferisce restare in carcere a curare le sue piante ed il suo furetto.

Inquadriamo bene la scena, una condannata per omicidio, quindi non per il furto di una merendina al supermercato viene mantenuta vita natural durante a nostre spese per evitarle di rovinarsi le unghie con lo sporco lavoro, lasciandole la possibilità di passare il suo tempo a coltivare i suoi hobbies, senza la benché minima preoccupazione né sensi di colpa.

Questo mentre fuori il mondo brucia ed i più fortunati passano la giornata a lavorare (ma sono impazziti?) e lasciano seccare i gerani sul balcone perché non hanno la testa ed il tempo di innaffiarli (che indecenza!).

Ergo, la galera non sarà più una punizione a l'aspirazione a cui tendere, i bambini alla fatidica domanda "cosa ti piacerebbe fare da grande?" risponderanno all'unisono "il carcerato" e pertanto la nuova casta non avrà più sede a Montecitorio ma a Regina Coeli. Ovviamente questo privilegio non potrà essere per tutti e come nei clubs esclusivi dei vips ci saranno i buttafuori che selezioneranno la clientela che potrà accedere.

Di conseguenza la massima pena inflitta dai giudici potrà essere la condanna al lavoro dipendente fino all'età della pensione e magari senza nemmeno percepirla e fioccheranno le querele nei confronti di chi per insultare qualcuno lo apostroferà "lavoratore!" (vedasi magnifica interpretazione di Alberto Sordi in "I vitelloni).

Articolo scritto da claquag - Vota questo autore su Facebook:
claquag, autore dell'articolo Lavorare !? Preferisco Il Carcere: Lo Sfogo Della Vedova Gucci
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • Iome
    #1 Iome

e pensare che io sto pensando di finire in galera che così poi mi trovano loro un lavoro retribuito

Inserito 19 ottobre 2011 ore 11:06
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione