Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Le Incredibili Dichiarazioni Di Enzo Raisi Alla Camera Dei Deputati


3 agosto 2011 ore 12:33   di Montalbano  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 421 persone  -  Visualizzazioni: 714

Possiamo dirlo con la massima tranquillità: i privilegi della Casta, sono fastidiosi per chi deve alzarsi tutte le mattine al fine di andare a lavorare e mettere da parte uno stipendio, alla fine del mese, che molto spesso è da fame. Per chi poi il lavoro ce l'ha. Ma quello che fa veramente imbestialire i cittadini di questo disgraziato paese, sono i discorsi con cui i parlamentari giustificano le loro ricche prebende e l'intrico di privilegi connessi alla loro funzione.

Quanto dichiarato dal deputato finiano Enzo Raisi, non si sa se rasenti la sfacciataggine o sia semplicemente un prodotto di abbondanti libagioni innaffiate da generose sostanze alcooliche. E' tutto agli atti della Camera, anche se potrebbe sembrare uno scherzo di pessimo gusto. Già l'incipit è qualcosa che lascia trasecolati: “Io, peraltro, faccio parte della categoria degli sfortunati, perché sono entrato nel 2001 e hanno cambiato le regole per il vitalizio. Una volta lo concedevano subito, ora si percepisce a 65 anni." Poverino, per percepire il suo generoso vitalizio, cui concorrono pochi giorni in Parlamento, dovrà aspettare l'età alla quale, tra poco, la maggioranza degli italiani entrerà al lavoro. Non avvertite compassione per un simile caso umano?


Compassione che però non può non trasformarsi in un vero moto di ribellione alla cattiva sorte del povero Raisi, quando questi afferma: "Da quando sono qui hanno bloccato l’indennizzo e per due volte hanno ridotto lo stipendio; lo ripeto, per due volte da quando sono parlamentare in questi dieci anni, per tre mandati. Peraltro, questo nessuno lo sa, perché se uscite e chiedete alla gente se sa che il Parlamento ha diminuito per due volte lo stipendio dei parlamentari nessuno sa rispondere, anzi, vi chiederanno quando finalmente decideremo di ridurre il nostro stipendio”. Non c'è dubbio, di fronte a tanta cattiveria umana, non si può che prendere il fazzoletto e asciugare il ciglio inumiditosi al pensiero che un uomo debba subire tanti e ripetuti colpi del destino. Ai quali, infine, va ad aggiungersi la clamorosa beffa rappresentata dalla baberia. Sì, avete capito bene, la barberia. “Il massimo è stato la barberia, che noi paghiamo correttamente ma del quale tutti pensano che noi usufruiamo gratis (c’è anche questo problema di immagine): applica tariffe che, una volta viste, risultano essere più alte di quelle di mercato. Infatti, io non mi taglio mai i capelli qua dentro, ma vado dal mio barbiere che, per carità, è opinabile se mi tagli i capelli bene o male, però sicuramente costa meno, ed è un signor barbiere."

Insomma, alla Camera c'è un carovita che meriterebbe una riflessione, altro che le tariffe stracciate di cui godono quei privilegiati dei comuni mortali. Ma se qualcuno ha già in animo di organizzare una forma di protesta a sostegno di questi poveri disgraziati che hanno la sfortuna di essere stati eletti, attenda, perchè sta arrivando il vero e proprio colpo di teatro che farà giustizia della disinformazione che ormai contorna la vita dei politici italiani. Sostiene infatti il povero Raisi: “Io sono un povero peone, come ce ne sono tanti qua dentro, però ho la mia macchinina che mi sono comprato dal 2001, una povera Smart (Poverino, solo una Smart - ndr). Qui basta essere presidenti di un comitatino qualsiasi e hai diritto all’utilizzo dell’auto blu. ( Poverino, potrebbe essere una idea alternativa, in effetti, vista la vitaccia del parlamentare - ndr) Poi se si aggiunge che questi adesso parcheggiano anche dentro il parcheggio della Camera, sei becco e bastonato anche in quel senso, perché se non arrivi in tempo trovi tutto lo spazio di parcheggio occupato dalle auto blu”.

Insomma, questo Raisi è veramente un povero disgraziato: prende il vitalizio solo a 65 anni, deve pagare il barbiere a tariffe di mercato perchè alla Camera è un lusso, non gli danno l'Auto Blu e con la povera macchinina non trova neanche un parcheggio libero, se va alla Camera. E' chiaro che per lui, essere deputato è una vera sofferenza. E la domanda a questo punto sorge spontanea: ma perchè non lascia il posto ad un altro?

Articolo scritto da Montalbano - Vota questo autore su Facebook:
Montalbano, autore dell'articolo Le Incredibili Dichiarazioni Di Enzo Raisi Alla Camera Dei Deputati
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione