Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Lezione Di Negazionismo All'università Di Teramo, Il Video


7 ottobre 2010 ore 15:00   di michelina90  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 437 persone  -  Visualizzazioni: 740

"La falsità di Aushwitz", "questo cosiddetto olocausto". Prima i preti e i sacerdoti negazionisti, ora i docenti universitari. Cosi è successo all'Università di Teramo. Il professore in questione è Claudio Moffa che insegna alla Facoltà di Scienze Politiche.

E ci sono delle prove, dei video girati dagli studenti durante le sue lezioni all'ateneo, in cui il docente mette in discussione la Shoah, persino il racconto di Shlomo Venezia, sopravvissuto al campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau.


In uno dei suoi discorsi (l'ultimo risale al 25 settembre ), il professore afferma:  "Non c'è alcun documento di Hitler che dicesse di sterminare tutti gli ebrei. C'è la libertà d'espressione, quindi c'è anche la libertà di negare l'Olocausto. L'Olocausto è stato sfruttato a fini politici ed economici, uno degli stati più forti al mondo ha acquisito lo status di vittima di fronte a tutto il mondo'".

In più, sulle camere a gas aggiunge: "L'edificio che viene mostrato ai ragazzi delle scuole ad Auschwitz è un edificio che non ha nessuna delle caratteristiche tecniche atte ad essere stato una camera a gas. Non è possibile gassare ed uccidere 2000 persone al giorno, i conti non tornano".

Lezione Di Negazionismo All'università Di Teramo, Il Video

Duro il giudizio dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, tramite il presidente, Renzo Gattegna: "Mettere in dubbio o negare la Shoah significa offendere la Memoria delle vittime. Invito queste persone a visitare lo Yad Vashem e a studiare la documentazione che là è depositata". Il presidente dell'Aned (associazione nazionale ex deportati politici nei campi nazisti), Gianfranco Maris, deportato nel 1943 nel campo di Mauthausen, si dice "disgustato".

Lezione Di Negazionismo All'università Di Teramo, Il Video

Ci auguriamo che questo "professore" venga immediatamente radiato e sospeso dal suo ruolo, dato che essendo un professore ordinario è pagato con le tasse di tutti, anche dai discendenti di coloro che hanno subito "quei preusnti abusi" ad Auschwitz.

La cosa che più terrorizza è che questo individuo insegni in un'università, frequentata quotidianamente da centinaia di persone. Forse il signor Moffa non ha capito che dentro al campo di concentramento di Aushwitz sono morti 4 milioni di innocenti. Consiglio di fare un giretto nei campi di concentramento e capire veramente il significato delle boiate che dice durante le sue lezioni.

Articolo scritto da michelina90 - Vota questo autore su Facebook:
michelina90, autore dell'articolo Lezione Di Negazionismo All'università Di Teramo, Il Video
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 

io ero a Teramo in quel periodo... il pensiero comune era quello di "ammazzarlo"...

Inserito 7 ottobre 2010 ore 15:40
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione